Arriva la Casa degli Angeli, un autobus di 18 metri per aiutare i più deboli

La “casa degli Angeli” è attiva da lunedì 3 Dicembre e tutte le sere presta servizio nel capoluogo lombardo.

Offre cibo, indumenti, coperte, un posto riscaldato e sopratutto assistenza per chi non ha un posto dove andare.

È  la “Casa degli Angeli” e sarà attiva fino al 31 Gennaio. Un bus che torna a percorrere le strade di Milano per dare un aiuto ai senzatetto.

L’Azienda Trasporti Milanesi in collaborazione con City Angels porta in giro per la metropoli sulla “Casa degli Angeli” pasti caldi, bevande, coperte, assistenza qualificata, indumenti e sopratutto un posto caldo.

Per i senzatetto di Milano e per tutti coloro che non sanno dove andare e hanno bisogno di aiuto è diventata ormai un punto di riferimento durante l’inverno.

Lo dimostrano i numeri: lo scorso anno nei pochi mesi di apertura ha aiutato una media di 600 persone a settimana. Il progetto nasce nel 2011 ed è condiviso tra l’Associazione City Angels e Atm.

La “Casa Degli Angeli” riconoscibile a vista

Un bus di 18 metri di lunghezza con una livrea personalizzata: completamente ristrutturato dalle Officine Atm, è stato equipaggiato con servizi di prima accoglienza.

Internamente è riscaldato, è dotato di un’area di ristoro, un punto di pronto soccorso, una zona per dormire e servizi igienici.

A bordo si trovano i volontari dell’Associazione City Angels che forniscono assistenza e un sostegno psicologico.

Il bus si può trovare ogni sera da lunedì a venerdì, dalle ore 21 a mezzanotte, in servizio nei punti della città dove è più necessario prestare assistenza alle persone senza fissa dimora.

Chi sono i City Angels? Sul loro sito troviamo, oltre alla loro storia e alle loro missioni, questa breve descrizione:

Siamo un’associazione di volontariato nata nel 1994 a Milano per iniziativa di Mario FurlanAiutiamo i più deboli: senzatetto, migranti, tossicomani, etilisti, vittime della criminalità.

Siamo un punto di riferimento sicuro per i cittadini e un deterrente per i malintenzionati: se vediamo qualcuno che commette un crimine non ci voltiamo dall’altra parte, ma interveniamo!

Maurizio | oltre.tv

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook