ATTIRAMI… GESÙ TUO RE E TUO SPOSO

Nel cantico di Salomone scopriamo che la Sposa chiama il suo Amato, “il (mio) re”. 
Cantico 1:4

“…Attirami a te! Noi ti correremo dietro. Il RE mi ha portato nelle sue camere. Noi gioiremo e ci rallegreremo in te; noi ricorderemo il tuo amore più del vino. A ragione ti amano”

Diversi “cristiani” non pongono attenzione a una cosa fondamentale: OCCORRE CONOSCERE GESÙ COME RE PRIMA DI POTERLO CONOSCERE COME SPOSO. Potremmo anche dirlo in altro modo: NELLA MISURA IN CUI LO CONOSCI COME RE ALLORA LO CONOSCERAI ANCHE COME SPOSO.

Molti cristiani non entrano mai in un rapporto d’amore con Lui, perché non lo conoscono ancora veramente come Signore e Re della loro vita. Diverse zone rimangono ancora non sottomesse. Un pò come accadeva per Israele quando non conquistò tutta la terra promessa da Dio, solo perché preferiva il compromesso o scadeva nella pigrizia. 
Quando parlo di sottomissione mi riferisco a quel genere di sottomissione che viene dall’amore e non dalla costrizione o dalla violenza. Gesù non forza nessuno. Però lavora per portarti a quel punto. Tu renditi disponibile e lasciaglielo fare.

Caro/a che leggi: Gesù desidera entrare in intimità con te ed essere il tuo Sposo per l’eternità. Ma affinché ciò avvenga occorre che tu Gli dia il consenso di essere il RE e il SIGNORE DI OGNI ASPETTO DELLA TUA VITA.

In fondo è ciò che hai affermato nel giorno del tuo battesimo in acqua: da quel momento il vecchio uomo è morto ed è nato l’uomo nuovo. Per fede in Lui e nella Sua Opera al Calvario lo sei già e fai bene a considerarti morto al peccato e vivente a Dio. Il fatto è che se rimane solo una teoria senza conseguenze pratiche, allora diventerà presto solo una fredda dottrina senza vita.

Se Gesù sta attirando la Sua Sposa a Sé Stesso, non è solo per un anelito mistico-sentimentale senza conseguenze pratiche.

Forse dirai: ma io lo voglio solo che non ne ho le forze. Ti chiedo: da quand’è che la vita cristiana si basa sulle tue forze? 

E inoltre: non è forse per questo che la Sposa grida ATTIRAMI proprio per poter CORRERE DIETRO A LUI?

Riesci a comprendere che Dio lavora nella tua vita per portarti a quel grido? O pensi forse che venga dalla tua bontà? NO ASSOLUTAMENTE! Dio lavora con il Suo Amore Sapiente e Paziente per portare la Sposa di Gesù a quel glorioso grido d’amore: ATTIRAMI! E NOI TI CORREREMO DIETRO! E’ proprio nella forza d’attrazione di Dio che sta la capacità di rispondere correndo dietro a Lui. Correndo dietro a Lui non solo nelle grandi evangelizzazioni, nei miracoli, nel potere dello Spirito… ma anche e soprattutto nelle persecuzioni, nei rigetti, nelle umiliazioni, nelle sofferenze a causa della fede nel Suo Nome. E’ quella attrazione che crea in te il volere e l’operare claudio sabatino e quindi la determinazione a deporre ogni cosa ai Suoi piedi.

L’Attrazione d’amore di Dio non è solo una questione sentimentale: essa porta la Sposa ad una arresa amorevole e più profonda, di se stessa al Re Suo Sposo.

Non aver timore di perdere la tua vita per Lui… lo stesso amore che ha portato Lui a morire per te lo ha riversato IN TE per mezzo dello Spirito Santo. Tu sei capace di rispondere perché DIO TI RENDE CAPACE! Il Suo Spirito in te è la garanzia di ciò!

Non temere il Suo lavoro in te, lasciaLo fare, lasciati modellare, non opporre resistenza, fidati!

Quale ne sarà il risultato? Questo:

Cantico 8:5 “Chi è costei che sale dal deserto appoggiata al suo diletto?”

Il risultato sarà una Sposa appoggiata al Suo Sposo adorna e pronta per Lui, per le Nozze dell’Agnello e per una eternità di gloria insieme.

Chi ha orecchi per udire oda e chi può comprendere comprenda e risponda a questa alta chiamata.

SHALOM, Claudio Sabatino 

Iscriviti alla Newsletter del Notiziario Cristiano