Bergoglio firma documento musulmano rinnegando GESÙ CRISTO

Apriamo gli occhi! Ormai, avvolti dai nostri impegni, dalle nostre problematiche, non ci stiamo accorgendo in pieno di cosa sta accendendo intorno a noi.
Papa Francesco in questi giorni ha firmato un documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune ad Abu Dhabi insieme al Grande imam di Al-Azhar, Ahmad Muhammad Al-Tayyib al termine dell’incontro interreligioso. La notizia, apparentemente interessante, è stata riportata da tutte le testate giornalistiche del mondo ed è a nostro avviso incredibilmente indegna, o forse per meglio dire, degna di ciò che Lui e tutti gli apostati sono.
Vi esorto a fare una ricerca originale dei media per rendervi conto di cosa sta accadendo; perché dietro al principio del dialogo, rifiuto del terrorismo e di ogni violenza nel nome di Dio, promozione della donna, rispetto della natura si cela un messaggio ecumenico che non tiene conto delle indicazioni che la parola di Dio, scritta nella Bibbia ci dà. 
Fondamentalmente hanno avviato un “processo” di unificazione con l’islam da sempre loro sostenuto ma oggi palesemente esposto.
Leggendo questo documento la nostra mente ci riporta al prete-apostata Ernesto Bonaiuto (1891-1946), infatti, prima di morire, – lo metto in evidenzia per conoscenza diretta – scrisse il suo “testamento spirituale” – pubblicato postumo nel 1978, col titolo Il testamento di fede di don Primo Vannutelli – in cui proclamava sì di amare Gesù Cristo, ma dichiarava di non credere che Egli fosse il Verbo di Dio incarnato. L’unico modo per unire le “religioni abramitiche” (ebraismo, cristianesimo e islam) era, secondo Vannutelli, lasciar cadere finalmente la tesi della divinità di Gesù.
Queste sono state le parole di papa Francesco ufficiali pochi giorni fa: “Unire le religioni sotto l’”unico Dio” riconosciuto da tutti per formare la fratellanza universale”.
Non credo vi sia altro da aggiungere se non seriamente proclamare con maggiore attenzione la verità e indurre le persone a comprendere cosa sta accadendo.
Iniziando a chiedere qualsiasi strategia utile allo Spirito Santo affinché la verità sia emanata e le nostre vite siano espressione vive della luce di Cristo.
Il termine greco aparnéomai esprime in pieno questo: ossia, porre la sequela di Gesù al di sopra dei propri desideri e progetti. (Lc 14,26).
Ritengo importante oggi più di ieri, essere veri e vivi testimoni della Gloria di Dio, del Regno e della vera ed unica via e verità.
Io per primo conosco tantissimi preti, sacerdoti ed anche realtà evangeliche “simpatizzanti“ di Bergoglio.
È davvero giunto il tempo di una profonda e sincera preghiera ed opera dello spirito, oltre che investire tempo, soldi, le nostre famiglie e le nostre attività per emanare la verità che rende liberi.
 

«Faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo. Ma egli, voltatosi e guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro e disse: «Va’ dietro a me, Satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini». Convocata la folla insieme ai suoi discepoli, disse loro: «Se qualcuno vuol venire dietro di me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua… Che giova infatti all’uomo guadagnare il mondo intero, se poi perde la propria anima? E che cosa potrebbe mai dare un uomo in cambio della propria anima? Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi» (Mc.8,31-38)

Vincenzo Lipari | Notiziecristiane.com
Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook