Bibbia tascabile impedisce al proiettile di colpire un poliziotto durante le proteste in Bolivia

BOLIVIA – Un ufficiale di polizia boliviano ha lodato Dio per avergli salvato la vita dopo che la sua Bibbia tascabile ha impedito che un proiettile lo colpisse al petto e ponesse fine alla sua vita.

Secondo l’ufficiale, il proiettile da 9 mm è stato sparato da un’arma rubata alla polizia durante gli scontri tra sostenitori fedeli all’ex presidente Evo Morales e agenti di polizia.

L’incidente è avvenuto nel comune di Yapacani, nella Bolivia orientale, quando la polizia ha cercato di calmare le proteste.

Oscar Gutierrez, capo delle forze speciali di polizia di Santa Cruz, ha spiegato che il proiettile non gli ha provocato nessuna ferita perché la bibbia tascabile posta sulla tasca del pettorale ha bloccato il percorso del proiettile”.

Il proiettile è rimasto conficcato nella Bibbia. “Sì, è stato un miracolo”, ha dichiarato l’ufficiale al Daily Mail.

“È un giovane ufficiale la cui vita è stata miracolosamente salvata; il proiettile è stato sparato da una pistola, suppongo abbia un calibro di 9 mm e so che le armi utilizzate sono state rubate alla polizia boliviana”, ha aggiunto Gutierrez. Il poliziotto, quindi, è rimasto completamente illeso nella sparatoria, grazie al libro sacro!

L’ex presidente Evo Morales è stato espulso grazie all’intervento dalle forze armate dopo le accuse di elezioni fraudolente che l’hanno portato al 47,1% dei voti. Gli è stato concesso l’asilo in Messico e la senatrice Jeanine Añez al momento è la presidente ad interim in attesa di nuove elezioni.

Notiziecristiane.com

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook