Chi ci sta intorno?

Ci siamo mai accorti di chi circonda veramente? Abbiamo davvero la consapevolezza di chi ci sta attorno? Non vi preoccupate, non sono razzista, e tanto meno non credo a società divise in caste o classi sociali. Le mie domande sono state fatte per capire se siamo buoni a giudicare solamente o siamo disposti a vedere chi realmente si nasconde dietro l’apparenza, chi è davvero il nostro interlocutore. Si sente parlare tanto della depressione ma molte non si vede. C’è ne accorgiamo solamente quando ha preso campo. Oppure, ci rendiamo conto del malessere della gente soltanto quando si suicidano. Perché?? Perché non sappiamo chi abbiamo intorno anzi molto spesso giudichiamo senza conoscere il dolore di quell’anima. Da diverso tempo parlo del Signore e tutte e dico tutte le anime hanno bisogno di Gesù ed ho imparato che se guardiamo con attenzione basta già la prima occhiata, guardando gli occhi di quella persona, per vedere quello che c’è dentro, un attimo prima spavaldi, un attimo dopo bisognosi d’amore, un attimo prima forti e invincibili, un attimo dopo deboli e fragili, il diavolo ci lavora dentro per distruggere e ci colpisce dove altri non vedono, dove altri non sentono, ma Dio vede e sente il dolore di costoro e chiede a noi suoi Figi di ridare libertà i prigionieri e di predicare l’anno accettevole del Signore…..si fratelli non dobbiamo essere frettolosi nell’etichettare chi ci circonda, molte volte bisogna muovere le acque in superficie per vedere cosa c’è al fondo, e solo con il movimento delle acque esse vengono, e solo la Parola di Cristo può muovere davvero le acque dell’anima per far emergere quello che e in fondo al cuore, si fratelli dobbiamo essere portatori di luce e speranza dove esse non ci sono, dobbiamo a Dio discernimento nel saper ascoltare il grido nascosto dell’anima prima che esso sfoci in atti senza ritorno, dobbiamo davvero a discernere gli spiriti e a non giudicare solo dall’apparenza. Gesù ci da l’esempio con la donna adultera, non la condannò per la Sua condizione di peccato, e neanche lo accettò, ma la rialzo dalla sua condizione di morte certa e le disse….. Va e non peccare più! Anche noi rialzare coloro i quali il Signore ci mette davanti dalle loro condizioni e dobbiamo dare indicazione valida di cosa fare e di chi seguire…va in questa direzione la parola di Cristo ti indicherà chi seguire, e alla fine essa stessa ti porterà da lui che sta per ritornare. Siamo portatori di luce e di speranza come lo fu predicando con franchezza ed autorità….. Cristo Ritorna!

Fratello Di Mattia Eliseo

accademia jeshua europa

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook