COSA DICE LA BIBBIA RIGUARDO ALLA PENA DI MORTE?

Molti non sanno che la parola di DIO condanna apertamente chi uccide.

Non uccidere. Es 20:13

Avete inteso che fu detto agli antichi: “Non uccidere; chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio”. Ma io vi dico: Chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio. Mt. 5:21-22

Se uno bastona il suo schiavo o la sua schiava fino a farli morire sotto i colpi, il padrone deve essere punito” ma se sopravvivono un giorno o due, non sarà punito, perché sono denaro suo. Es.21:20-21

La bibbia prescrive la pena di morte per le seguenti attività, tra le altre: Omicidio; Crimini sessuali, incluso l’adulterio, i rapporti omosessuali maschili, la zooerastia, Lev. 20. lo stupro, Deu. 22

La vita umana è sacra perché, fin dal suo inizio, DIO l’ha pensato come una relazione speciale con colui che gli ha soffiato nelle sue nari, per essere un suo unico fine. Solo DIO può togliere la vita e donarla e nessuno, in nessuna circostanza, può rivendicare a sé il diritto di distruggere direttamente un essere umano che sia innocente o colpevole.

Come hai fatto tu, così a te sarà fatto;ciò che hai fatto agli altri, ricadrà sul tuo capo. Abdia 15.

DIO richiama all’ordine ogni persona che volesse mettersi al suo posto e gli ricorda che… Del sangue vostro anzi, ossia della vostra vita, io domanderò conto. Chi sparge il sangue dell’uomo, dall’uomo il suo sangue sarà sparso, perché ad immagine di Dio egli ha fatto l’uomo. Gen 9:5-6.

DIO proibisce nel quinto comandamento: Non far morire l’innocente e il giusto Es 23:7.

L’uccisione volontaria di un innocente è gravemente contraria alla dignità dell’essere umano, e alla santità del Creatore.
Il quinto comandamento proibisce l’uccisione che è grave e peccaminoso, come lo è l’omicidio diretto e volontario.

L’omicida che volontariamente coopera all’uccisione commette un peccato che grida vendetta al cielo.

L’infanticidio, il fratricidio, il parricidio e l’uccisione del coniuge sono crimini particolarmente gravi a motivo dei vincoli naturali che infrangono.

Nel discorso della montagna il Signore richiama tutti al comandamento e ribadisce di Non uccidere. Mt. 5:21. vi aggiunge che adirarsi contro il proprio fratello o prossimo per dare posto all’ira, all’odio, e alla vendetta, sarà sottoposto al suo giudizio.

E lasciatemelo dire: Cristo chiede al suo discepolo di porgere l’altra guancia, di amare i propri nemici.

Egli stesso riprende Pietro per il suo comportamento scorretto contro Malco il soldato del sommo sacerdote, di rimettere la spada nel fodero, perché colui che l’avrebbe usato per far del male, lo stesso male sarebbe tornato a LUI.Allora Gesù gli disse: «Rimetti la spada nel fodero, perché tutti quelli che mettono mano alla spada periranno di spada. Mt. 26:52.

In che modo si perisce di spada?
DIO essendo il solo ed unico legislatore, ha costituito per questo motivo sulla terra dei “GIUDICI”che, secondo le sue leggi, senza saperlo hanno adempiuto il suo volere, mettendo così la pena di morte per tutti coloro che si adoperano a spargere il sangue degli innocenti.

DIO, è il padrone “SOVRANO” della vita, e ha affidato agli uomini la “regola d’oro” la missione di proteggere SE STESSI e ogni vita, missione che deve essere adempiuta in modo degno dell’uomo. Perciò la vita, una volta concepita da DIO diviene un dono e deve essere protetta con la massima cura e sicurezza.

In Romani 13 dice di Ubbidire alle autorità “SUPERIORI” perché è DIO che le ha stabilite; e non cʼè governo che DIO stesso non abbia messo al potere.

Perciò, quelli che si rifiutano di osservare le leggi del proprio paese, rifiutano obbedienza a DIO, e saranno puniti.

Perché quelli che agiscono bene non hanno niente da temere; sono quelli che fanno del male che devono aver paura delle autorità. Volete vivere senza temere le autorità? Comportatevi bene e tutto filerà liscio, anzi, i vostri superiori vi loderanno.

Le autorità sono state istituite da DIO per il vostro bene; se però non siete in regola con la giustizia, avete ragione di stare in ansia, perché prima o poi vi arriverà la giusta punizione. Il magistrato è mandato da DIO proprio a questo scopo.

Ecco perché dovete stare sottomessi alle leggi: non soltanto per evitare la punizione, ma anche perché sapete che tale è il vostro dovere.

Costituirai giudici e scribi per ognuna delle tue tribù in tutte le città che il Signore tuo Dio ti dona, e giudicheranno il popolo con sentenze giuste. Deu. 16:18

L’Alleanza tra DIO e l’uomo è intessuta del suo amore e non ammette la violenza e l’omicidio, perché l’uomo è la sua immagine anche se le varie religioni diverse ci separano dai credi!

E’ L’Eterno che fa morire e fa vivere; fa scendere nello Sceol e ne fa risalire. 1Sam. 2:6

Lo ripeto: Il comandamento di DIO proibisce gravemente l’omicidio diretto e volontario.
I peccati volontari causeranno, prima o poi, il giudizio di Dio, ma neppure i peccati inconsapevoli sono giustificabili. Eb. 10:16. Sal. 19:13.

L’omicida e colui che volontariamente uccide e commette un peccato che grida vendetta al cielo.

L’uccisione, sono crimini particolarmente gravi che infrangono le leggi di DIO, e non possono ESSERE giustificati nemmeno se la legge (Giudice) umana uccide senza una giusta sentenza, in questo caso il Giudice deve essere condannato con la stessa leggerezza con cui ha sentenziato la vita di un innocente, detenendo un potere assoluto sulla vita e sulla morte della persona.

Non si leverà un testimone solo contro un uomo per una qualsiasi colpa e per un qualsiasi peccato; qualsiasi peccato uno abbia commesso, il fatto sarà stabilito sulla parola di due o di tre testimoni. Se si leva un testimone ingiusto contro un uomo per accusarlo di ribellione, i due uomini fra cui vi è contesa compariranno al cospetto del Signore, davanti ai sacerdoti e ai giudici che saranno in funzione in quei giorni. I giudici indagheranno con cura, e se il testimone è menzognero e ha accusato falsamente il fratello, farete a lui quanto meditava di fare al fratello. Estirperai il male in mezzo a te. Gli altri ne sentiranno parlare, ne avranno paura e non commetteranno di nuovo un’azione malvagia come questa in mezzo a te. Deu. 19:15-20

Luciano Sigismondi

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook