CRISTO AL CENTRO DELLA MIA VITA

Pace a tutti voi, mi chiamo Gaetana Tranchino, ho 23 anni e vivo nella provincia di Napoli. Sono qui perché voglio condividere con voi la mia testimonianza di fede.

Inizio con il raccontare che quando sono nata i miei genitori non conoscevano ancora la verità, infatti ho anche il battesimo cattolico. All’età di 2 anni iniziai ad andare in chiesa. Mentre all’età di soli 3 anni ho cominciato a frequentare la scuola domenicale, in cui sin da piccola ho potuto ricevere e sperimentare gli insegnamenti cristiani. Sono cresciuta con gli insegnamenti cristiani, con la Parola di Dio e nella Parola di Dio, perché Essa è Vita, Amore, Verità, Giustizia, Luce e non solo!

Ringrazio Dio per essere cresciuta nelle Sue vie e per aver ricevuto sin dalla tenera età gli insegnamenti biblici. Questi insegnamenti mi hanno sempre guidata, in qualsiasi scelta che ho dovuto prendere e davvero posso ringraziare Dio, perché in ogni scelta sono stata benedetta. Dio è stato sempre fedele, è stato sempre accanto a me, in ogni circostanza della mia vita. Ed è lì che ho capito che Lui è veramente il mio migliore amico, è fedele, non ci lascia e non ci abbandona mai. Quando ero bambina accettai Gesù Cristo come mio personale Signore e Salvatore e così per grazia ebbi il miracolo della salvezza. Il 20 agosto 2012, all’età di 17 anni fui battezzata con lo Spirito Santo, mentre il 26 agosto 2018 all’età di 23 anni, fui battezzata in acqua. Ed è stata una scelta di cui non mi pentirò.

Non esistono mani sicure come quelle del Signore, infatti, posso raccontarvi un miracolo che Dio ha compiuto nella mia vita.  Quando ero una bambina piccola, all’età di 5/6 anni il mio occhio sinistro andava per fatti suoi. Avevo un problema agli occhi. Il medico consigliò a mia mamma ed alla mia nonna materna di farmi bendare l’occhio, ma entrambe si sono opposte. Allora nei miei occhiali fecero inserire una gradazione in più in modo che nessuno sospettasse nulla. Intanto io miglioravo. Indossai gli occhiali per 5 anni, dai 6 ai 10 anni. Per 3 anni indossai gli occhiali per la vista e per altri 2 anni per la stanchezza. Dopo tutto questo tolsi definitivamente gli occhiali, perché il Signore mi aveva guarita. Infine il mio occhio guarì ed al giorno d’oggi ci vedo benissimo. Ed oggi per me è un onore essere Sua figlia e potermi accostare a Lui chiamandolo “Padre”. Per me è una gioia meravigliosissima.

Non c’è nessuno che è pari al nostro Buon Dio. Il mio desiderio è quello di servire il Signore fino all’ultimo alito della mia vita.

Dio ci benedica!

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook per restare informato...