DAL MONDO – Bandiere arcobaleno, il “no” del Pentagono

Nei giorni scorsi lo schioccante schiaffo da parte della Amministrazione Biden al Papa, con la decisione di esporre la bandiera arcobaleno all’Ambasciata USA presso la Santa Sede, proprio nelle stesse ore in cui Papa Francesco rilasciava un video toccante sulla bellezza del matrimonio e della famiglia.

Ora però, accade tutto il contrario da parte del Pentagono, che ha deciso di non seguire la linea dell’amministrazione Biden. In queste decisioni, infatti, mantiene una propria autonomia e con fierezza difende l’unica bandiera del paese: la Strips and Stars. Il Pentagono ha comunicato la propria decisione venerdì 4 giugno, ovvero che rimarrà in vigore la politica stabilita da Donald Trump che ha limitato il tipo di bandiere che potrebbero essere sventolate sulle basi militari.

Nel luglio 2020, infatti, Trump e l’allora segretario alla Difesa Mark Esper emisero un divieto ‘de facto’ di esporre non solo la bandiera confederata ma anche qualunque altra bandiera che non fosse quella degli Stati Uniti o della NATO o, in caso di missioni internazionali sotto l’egida dell’ONU, delle Nazioni Unite.

“Non ci sarà un’eccezione questo mese per la bandiera dell’orgoglio gay”, ha detto il nuovo portavoce del Pentagono John Kirby. “Questo – ha specificato- non significa in nessun modo una mancanza di rispetto o ammirazione per le persone della comunità LGBTQ+, o per il personale dentro e fuori l’uniforme che serve in questo dipartimento”.

Per quanto riguarda le ambasciate americane, invece, già nei mesi scorsi in molti paesi europei e anche in India e Australia, hanno apposto o lo stanno facendo, le bandiere Lgbt fuori dalle proprie sedi e rimarranno esposte per tutto il mese di giugno.

https://www.provitaefamiglia.it/blog/dal-mondo-bandiere-arcobaleno-il-no-del-pentagono

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook