Eritrea: Cristiani in prigione “notizia shock”

mani-su-gate-prigione

mani-su-gate-prigioneLa persecuzione e la sofferenza sono legati alla fede dei membri delle Chiese di Eritrea … Anche dopo 21 anni di indipendenza, i Cristiani nella piccola nazione di Eritrea affrontano tremende sofferenze e persecuzioni. Secondo il Christian Today più di 1.000 cristiani sono imprigionati a causa della loro fede. La maggior parte sono dietro le sbarre perché sono membri delle chiese sotterranee.

I membri delle chiese sotterranee riferiscono che ci sono più di 1.000 cristiani in prigione per la loro fede. Release Eritrea una organizzazione per i diritti umani costituita in risposta al grossolano abuso dei diritti religiosi nel paese che strategicamente costeggia il Mar Rosso, riferisce che i leaders cristiani sono stati in prigione dai tre ai sette anni. “Noi lodiamo Dio quando ascoltiamo della loro fede risoluta e del buon spirito” un capo chiesa ha detto.

“Noi confidiamo in Dio per salvaguardarli ma a volte pensiamo alle loro famiglie, ai loro genitori che stanno morendo e ai loro giovani figli che sono lasciati indietro e stanno adesso crescendo in età senza padre.” Una colonia precedentemente italiana, la nazione militarizzata di Eritrea è divisa da cristiani Tigrinyans e un numero di tribù musulmane. La nazione è conosciuta come essere molto restrittiva a riguardo della religione, sia per i musulmani che per i cristiani. Reuters riferisce che il Consiglio dei diritti umani U.N. esaminerà i programmi di lavoro forzato dell’Eritrea che sta producendo violazioni dei diritti umani e un esodo massivo per rifugiati.

Read more at CHRISTIAN HEADLINES

Leggi di più a CHRISTIAN HEADLINES 

Traduzione: http://www.accademiajeshuaeuropa.it/

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook