FARDELLI

di Agostino Masdea – La nostra vita sarebbe più facile e più leggera se credessimo davvero che il Signore può prendere i nostri pesi e portarli per noi. Dobbiamo essere consapevoli che Egli non solo perdona i nostri peccati, ma se affidiamo completamente a Lui la nostra vita, ci sostiene, si prende cura di noi e non permetterà che il male prevalga.

Quando siamo aggravati dai pesi della vita dovremmo ricordare sempre questo verbo: “gettare”; significa “lanciare con una certa forza qualcosa verso un determinato punto”; questo “punto” è Gesù, e dovremmo sempre ascoltare il Suo invito: “Venite a me, voi tutti che siete travagliati e aggravati, ed io vi darò riposo… perché il mio giogo è dolce e il mio peso è leggero!” Matteo 11:28,30. Lo Spirito Santo ci esorta: “gettando su di Lui ogni vostra sollecitudine, perché Egli ha cura di voi. 1 Pietro 5:7

Un servo del Signore diceva che tanti cristiani, benedetti durante il culto, dicono: “è stato bellissimo… ho dimenticato tutte le mie preoccupazioni…”, ma poi alla fine, prima di uscire, si riprendono il fardello di pesi e ansie che avevano lasciato in fondo alla sala.

Forse ti senti troppo peccatore per ascoltare l’invito del Signore, ti lasci condizionare dal pensiero che non sei degno, e provi un senso di colpa che ti tiene lontano da Dio.  Ma proprio per te queste parole sono appropriate: “Getta il tuo peso sull’Eterno!”

Anche Davide, in uno dei suoi salmi disse: “Le mie iniquità infatti superano il mio capo; sono come un grave carico, troppo pesante per me” Salmo 38:4; ma poi gettò il suo fardello sul Signore, confessò il suo peccato e disse: “I peccati mi avevano sopraffatto, ma tu provvedi il perdono per le nostre trasgressioni.” Salmo 65:3

Gesù ti accetta così come sei! Vai a Lui oggi, Egli prenderà i tuoi pesi e la tua vita cambierà totalmente!

https://www.chiesadiroma.it/?p=29110

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook