GUARDARSI ATTRAVERSO LO SPECCHIO DI DIO

Molti di noi lottano con la propria immagine e la propria identità… Critichiamo il nostro carattere, il nostro quoziente d’intelligenza e persino il nostro comportamento. Oggi, vorrei che tu ti riconciliassi con te stesso e oserei anche andare oltre, vorrei che tu imparassi ad amarti come Dio ti ama! Perché tu sei l’opera di Dio, il lavoro delle sue mani, come abbiamo affermato ieri. Il salmista si rallegra nel Salmo 139:14 affermando: “Io ti celebrerò, perché sono stato fatto in modo meraviglioso“.

Non si tratta di lusingare il tuo ego o di renderti orgoglioso, ma di riconoscere che Dio ti ha fatto magnificamente nel crearti… Quindi, se ti sottovaluti o ti svaluti, sappi che Dio, quando ti guarda, nota solo le tue qualità, il tuo valore, perché tutti i tuoi difetti e i tuoi peccati confessati, sono stati cancellati per sempre. Approfondiremo questo concetto molto importante domani. Amico mio, se ti è tanto difficile dire: ”sono una creatura meravigliosa” a causa

  • di un passato doloroso,
  • parole offensive che ti hanno detto,
  • un difetto fisico,
  • un handicap che ti fa soffrire… ti capisco!

Ma Dio vuole guarire il modo in cui guardi te stesso. Il suo amore può guarire tutte le ferite: quelle del passato, dell’anima, del cuore e del corpo.

Ecco perché, amico mio, ti invito a dichiarare davanti a Dio che il modo in cui ti guardi cambierà! Sarà in accordo con ciò che Dio vede e dice di te. Prima di pregare insieme, vorrei ringraziare Gracia che testimonia il potente amore di Dio che trasforma i pensieri e i cuori: “Da quando mi sono iscritta a “Un miracolo al giorno”, il pensiero di essere indesiderata mi ha lasciato. Proclamo regolarmente che sono voluta da Dio e che sono amata e conosciuta da Dio. Sono un pezzo unico nella mano di Dio! La mia vita è completamente cambiata“.

Diamo a Lui la gloria ora: “Grazie, Dio, per avermi fatto una creatura così meravigliosa. Insegnami ad amarmi come tu mi ami. Aiutami a vedermi con i tuoi occhi e non con i miei. Ti affido tutte le mie ferite. Ti lodo per quello che sei e per quello che sono. Nel nome di Gesù, amen“.

Senti il suo sguardo amorevole su di te?

Che tu sia benedetto!

Grazie di esistere.

Eric Célérier

https://scoprigesu.it/un-miracolo-ogni-gio/guardarsi-attraverso-lo-specchio-di-dio/

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook