Guarita dalla Colangite grave!

La testimonianza di Maria Piscopo!

Ricordo che più di un anno fa, sono stata ricoverata all’ospedale Fatebenefratelli di Napoli, dove nessun dottore sapeva darmi una spiegazione riguardo i miei atroci dolori. Intere giornate e nottate senza mangiare e senza dormire. Ricordo che ogni dottore che mi visitava mi diceva che stavo bene! Intanto le analisi iniziarono ad alterarsi, ma medici e infermieri non credevano alle mie sofferenze! Tutti dicevano che stavo bene, ma io sentivo che c’era qualcosa che non andava in me, ma non avevo nemmeno più la forza di dire che non mi sentivo bene! Stavo ogni giorno sempre più male, tanto da pensare: perché nessuno mi vuol credere? Anche se sapevo che il mio Dio conosceva la risposta! Colui che non mi ha mai abbandonata! Una notte, una delle tante che non mi sentivo bene con dolori atroci all’addome, chiesi a Dio gridando con tutta la forza della mia anima, di intervenire e di portare alla luce ogni cosa, perché io so che dove l’uomo non arriva, solo Lui può arrivare!! Iniziai a piangere e a chiederGli aiuto, Lo imploravo affinchè intervenisse nella mia giovane vita. Così, la mattina Dio si usò di una Sua figliuola, una dottoressa che, parlando con i dottori disse: “abbiamo fatto tutto, però possiamo fare l’ultimo accertamento di una risonanza con il contrasto”. Il dottore rispose: “sono lunghi i tempi… se lei la ritiene opportuna per me non è così!!” Ma lei insistette affinché mi praticassero la risonanza magnetica. Così il dottore guardando fisso verso il cielo disse: “va bene, facciamo la risonanza”. Scrisse su un foglio che appena ci fosse stato spazio alla clinica Mediterranea mi avrebbero fatto questa risonanza.

Passarono altri due giorni ed io stavo sempre peggio, tanto che non riuscivo ad alzarmi dal letto! Allora il dottore suggerì alla di chiamare un Neurologo perché i miei potevano essere dei “dolori immaginari!!” Quella sera fu la peggiore delle notti! Iniziai a piangere come una bambina e bussai al trono del mio Dio con insistenza! Sentii la Sua nobile voce parlarmi nello spirito: “IO NON TI LASCIO E NON TI ABBANDONO MAI!!”. Posso confermare che così fu; la mattina seguente venne l’ambulanza a prelevarmi per portarmi a fare la risonanza! Dio stava iniziando ad operare nella mia vita… anche se Dio non sonnecchia e non dorme mai ( Salmo 121:3-4). Così iniziai a vedere sempre con più chiarezza cosa mi faceva soffrire così tanto! Passarono ancora dei giorni per avere le risposte, ma posso dire che i miei dolori non erano “inventati” ma erano dolori di una “Colangite”.

(La colangite acuta o colangite ascendente o, talvolta, semplicemente colangite, è un’infezione del dotto biliare causata solitamente da batteri che provengono dalla sua confluenza nel duodeno, ovvero la prima parte dell’intestino tenue; ciò tende a verificarsi se il dotto biliare è già parzialmente ostruito da calcoli biliari. La colangite può essere pericolosa per la vita ed è considerata un’emergenza medica. I sintomi caratteristici comprendono ittero, febbre, dolori addominali e, nei casi più gravi, bassa pressione sanguigna e stato confusionale. Il trattamento iniziale è costituito dalla somministrazione di fluidi per via endovenosa e di antibiotici, ma vi è spesso un problema di fondo, come la presenza di calcoli biliari o il restringimento del dotto biliare, che rende necessario eseguire ulteriori esami e trattamenti, solitamente tramite procedura endoscopica).

Quindi, se fossero passati ancora giorni non si sa cosa sarebbe successo. Così iniziarono subito le cure urgenti per la colangite. Ovviamente, vi lascio immaginare lo stupore dei dottori dopo le risposte delle risonanza, mentre per me era stata solo una conferma. Ancora oggi porto qualche conseguenza, ma ringrazio Dio sto bene! Dio dice che non ci prova più delle nostre forze ed è vero, perché proprio quando ero al limite della sopportazione, quando nessuno più mi credeva, Dio era lì ad ascoltarmi e a sostenermi. Ringrazio Dio ogni giorno, ogni istante della mia vita perché a Lui è piaciuto che oggi sono qui, a distanza di un anno a raccontare il miracolo che Egli ha compiuto nella mia vita! Affidiamo la nostra vita a Colui che sicuramente non ci deluderà giammai!! Voglio anche ringraziare gli strumenti di cui Dio si è usato affinché tutto andasse come Egli aveva previsto: la dottoressa che insistette affinché mi portassero a fare la RM. In ultimo voglio ancora dire che, attraverso le nostre prove Dio si usa sempre di noi; infatti nonostante stessi male, ogni giorno parlavo di Dio ai medici e con una ragazza ricoverata accanto a me. Facevo preghiere per me e per lei. Questa era la mia consolazione nei momenti più difficili!! Dio sia benedetto in Eterno! A Lui vada tutta la gloria e l’onore! Amen!

Ferrentino Francesco La Manna | Notiziecristiane.com
https://www.facebook.com/storiedifedevissute.blogspot.it