I cristiani sottoterrano le loro Bibbie per evitare la prigione in Corea del Nord

I cristiani nordcoreani devono seppellire le loro Bibbie in modo che non siano scoperti dalle autorità del regime comunista ed evitare la detenzione o addirittura la morte.

Un cristiano nordcoreano ha raccontato che è costretto a scavare nel terreno e nascondere la sua Bibbia . “Ho trovato un posto durante la notte e ho iniziato a scavare il più silenziosamente possibile”, ha detto.

Quando vede che non c’è alcun rischio, va nel posto e scava di nuovo per estrarre la sua Bibbia e la porta a casa a leggere con la sua famiglia e altri cristiani.

Danno forza e coraggio i versi del Salmo 23: “Quando anche camminassi nella valle dell’ombra della morte, non temerei alcun male, perché tu sei con me; il tuo bastone e la tua verga sono quelli che mi consolano”.

Quel fratello coreano riesce a malapena a capire il testo; È una vecchia forma di coreano che non viene più utilizzata. Ma questo piccolo libro è il suo bene più prezioso.

Dopo aver finito di leggere, esce in silenzio e torna sul posto, mette la Bibbia nello stesso buco e la copre con la terra. Il più silenziosamente possibile, assicurandoti di non lasciare traccia della tua azione quella notte. Era un’altra notte con la Parola di Dio e un’altra notte senza essere catturati. È stata un’altra notte in Corea del Nord, il luogo in cui avere una Bibbia può uccidere qualsiasi cittadino.

Kim Da-bin è un personaggio immaginario che rappresenta le innumerevoli storie vissute e raccontate dall’organizzazione Open Doors Mission che l’organizzazione ha ricevuto dai cristiani nordcoreani che sono riusciti a inviare messaggi alle loro squadre nella regione.

L’agenzia che sostiene i cristiani perseguitati riceve informazioni dati sugli alti rischi che i cristiani affrontano insistendo nel seguire Gesù. Esempi di Bibbia sepolti da anni dai credenti, insieme con altri modi segreti in cui i cristiani nordcoreani rafforzano la loro fede, sono tra i rapporti. Praticare la tua fede in modo clandestino è stata la soluzione trovata da chi vive sotto un regime che colpisce e perseguita le persone perché hanno una copia delle Scritture.

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui la Corea del Nord è il paese numero 1 nella lista mondiale delle persecuzioni religiose, pubblicata e aggiornata ogni anno da Open Doors, che analizza i 50 paesi in cui è più rischioso seguire Gesù.

Un missionario di Open Doors ha descritto come avviene un culto per un credente nordcoreano… “Le tende delle finestre sono chiuse e, a voce bassa, legge la Bibbia a sua moglie e a suo figlio di 16 anni, che hanno appena sentito parlare del Vangelo per la prima volta”. Leggere a volte la Bibbia al buio, a bassa voce le parole sono appena udibili significa grandi benedizioni per coloro che cercano la faccia di Dio”.

Notiziecristiane.com

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook