Il mio incontro con Gesù

Sono nato e cresciuto a Shkoder (Albania). La mia passione è la musica da quando ero piccolo, ho studiato il violino per 8 anni nel liceo artistico “Prenk Jakova”, presto ho iniziato a cantare e la voglia di diventare grande mi mette nella vita artistica .Amava e adorava la musica dei “Beatles“, Vivevo dei sogni ma la realtà interiore era sofferente, vuota, e senza risposte alle domande della vita, il fatto che un giorno dovrei sparire nel nulla , la infinita, la morte, erano diventato un incubo e non riusciva a accettare che non doveva essere una risposta per questo, dentro di me qualcosa gridava combatteva di non accettare questa menzogna, E qualcuno li sopra ha sentito il mio grido.

Con la caduta del regime comunista le porte si aprirono per le religioni i quali non riuscivano a darmi questa risposta perché rimanevano sempre un fattore esterno, finché un giorno ho avuto nelle mie mani la Bibbia, la Parola del Signore. Ho capito e grazie a Dio mi sono riconosciuto un peccatore davanti a Lui, avevo capito perché Gesù mori, che Lui era il dono che Dio mi offriva per essere salvato, ma non decidevo ancora di accettarlo, avevo paura di essere spinto dagli uomini in questa decisione (i servitori che mi hanno regalato e aiutato di capire la Bibbia), ma dentro di me una voce mi invitava di accettarlo e non riggetarlo questo dono meraviglioso, Lui era morto per me, mi amavo, e voleva portare su di se i miei peccati. perché non dovevo!… Mi reso conto di questo e apri il mio cuore a Gesù confessando i miei peccati ed accettarlo come Salvatore e Signore della mia vita. Fu il giorno più bello della mia vita. Diverse volte sono caduto sono stato infedele, ma da 12 anni Gesù e rimasto Fedele alle Sue promesse da quel giorno che lo accettai. Questo incontro cambio la mia vita, cambio il mio Canto.

Nel 1993 a Shkoder ho conosciuto Lucia mia moglie, siamo sposati nel 1998 e abbiamo due figlie Rebecca & Melody, viviamo in Italia, lavoro come manovale. ma la mia passione rimane la musica, che oggi uso per la gloria del Signore, la mia preghiera e di tornare in Albania per spandere l’Evangelo traverso questo dono, nello steso tempo continuo a farlo qui. La mia verità e quello che esprime Davide nel Salmo 40.

Ho pazientemente aspettato il SIGNORE, ed egli si è chinato su di me e ha ascoltato il mio grido. Mi ha tratto fuori da una fossa di perdizione, dal pantano fangoso; ha fatto posare i miei piedi sulla roccia, ha reso sicuri i miei passi. Egli ha messo nella mia bocca un nuovo cantico a lode del nostro Dio. Salmo 40:1-3

Molti vedranno questo e temeranno, e confideranno nel SIGNORE.

Da: vocechegrida.ning.com

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook