IL TUO DIO TI ORDINA DI ESSERE POTENTE!

Nei prossimi sette giorni, studieremo Giosuè 1:9 in dettaglio. Ci soffermeremo su alcune parole chiave per diventare le persone forti e coraggiose che Dio ci chiama a essere in mezzo alle difficoltà della vita! 

Nella Sua Parola, Dio parla a Giosuè in questi termini: “Non te l’ho io comandato? Sii forte e coraggioso; non ti spaventare e non ti sgomentare, perché il SIGNORE, il tuo Dio, sarà con te dovunque andrai“. (vedi Giosuè 1:9) 

Giosuè stava affrontando una grande sfida: succedere a Mosè, un uomo incredibilmente paziente e un leader eccezionale. E la missione di Giosuè? Portare il popolo d’Israele nella Terra Promessa, affrontando nemici pericolosi. 

Non te l’ho io comandato?“, dice il Signore a Giosuè. Dio dà questo comando anche a noi… non dobbiamo temere nulla. Nessun adolescente che attraversa un momento difficile, nessun rapporto rotto, nessun lavoro impegnativo, nessun errore da parte nostra, può impedire a Dio di agire… niente può fermarlo. 

La Bibbia ci dice: “Poich’egli parlò, e la cosa fu; egli comandò e la cosa apparve“. (Salmo 33:9) 

Ciò che Dio ha promesso si realizzerà certamente, e ciò che Egli ha comandato, nessuno lo può annullare! Infatti, cosa impedirà il compimento di ciò che Dio ha ordinato? Come dice questo canto: “Chi può fermare il Signore Onnipotente? Possiamo confidare nel Suo potere sovrano. Ogni ginocchio si inchinerà davanti al Leone e all’Agnello!” 

Amico mio, hai delle sfide da affrontare? Dio è Colui che può rafforzarti….! È Colui che può e vuole rafforzare la tua fede e la tua fiducia in Lui riguardo al tuo futuro. E la buona notizia è che Egli non sbaglia mai nei suoi piani. 

Guarda con me questo esempio della vita di Geremia: 

La parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini: «Prima che io ti avessi formato nel grembo di tua madre, io ti ho conosciuto; prima che tu uscissi dal suo grembo, io ti ho consacrato e ti ho costituito profeta delle nazioni». Io risposi: «Ahimè, Signore, DIO, io non so parlare, perché non sono che un ragazzo». Ma il SIGNORE mi disse: «Non dire: “Sono un ragazzo”, perché tu andrai da tutti quelli ai quali ti manderò, e dirai tutto quello che io ti comanderò. Non li temere, perché io sono con te per liberarti», dice il SIGNORE“. (vedi la Bibbia, Geremia 1:4-8) 

Oggi, dichiara ad alta voce le promesse di Dio per la tua vita. Egli ordina, e tutto è fatto! 

Grazie di esistere! 

Eric Célérier 

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook