La depressione cos’è, come si affronta e come si vince

Ogni essere umano, chi meno e chi più, subisce quella che i medici chiamano “DEPRESSIONE”. Ci sono tantissime forme di depressione. Ma tutte si possono ricondurre ad un’unica radice: il male demoniaco. Sto scherzando? Niente affatto. Inconsapevolmente tutti gli esseri umani ricevono influenze negative da spiriti immondi. Non perché le persone fossero cattive e malvagie. Satana odia ogni essere umano che respira sulla terra.

Nella Bibbia la depressione non è mai nominata. Sono gli spiriti delle forze del male che causano la compressione e decompressione dello spirito dell’uomo. Quello che deprime l’uomo non è la mancanza di soldi, di lavoro, la mancanza di salute, di non avere proprietà, potere o godersi di viaggi intorno al mondo. Ciò che deprime l’umanità sono gli attacchi demoniaci. Non parlo di possessioni, ma di piccole e grandi ossessioni che, possono spingere anche le persone che hanno tutto a compiere gesti estremi come il suicidio. Cosa spinge persone che non mancano di nulla a fare gesti estremi? Le potenze infernali. Le cronache dichiarano che erano affetti da depressione per compiere tali gesti. Io vi dico che un’influenza infernale ha lavorato da tempo fino a far diventare la loro mente un tunnel oscuro. Avevano tutto ma non avevano niente al tempo stesso, perché non avevano Cristo, ne comunione con Lui. La loro mente era in balia di spiriti seduttori. Potrei fare decine e decine di nomi di persone che materialmente e di salute stavano bene e non mancavano di nulla; gente conosciuta e anche famosa ma che un giorno si sono suicidati sparandosi alla tempia o lanciandosi da un ponte. Era la depressione?

Dove agiscono i demoni?

I demoni non agiscono sul corpo, ma sullo spirito dell’uomo. E lì il campo di battaglia: la mente, che dottori credono di conoscere. Le persone credono che ad essere colpito dalla depressione sia il nostro corpo, la parte visibile, invece è il nostro spirito. La parte che vive in noi. Molti non credono e sorridono pensando che abbiamo solo il corpo, che una volta morti finisce tutto. Invece per loro sarà una grande sorpresa e si meraviglieranno quando vedranno che il corpo non è altro che il guscio della nostra anima e del nostro spirito.
“Sappiamo infatti che se questa tenda che è la nostra dimora terrena viene disfatta, abbiamo da Dio un edificio, una casa non fatta da mano d’uomo, eterna, nei cieli” (Corinzi‬ ‭5:1‬).

Come si ferma la depressione?

Non è facile fermare questo flusso satanico che da sempre ha investito l’umanità. La depressione colpì Adamo ed Eva nel momento stesso che peccarono. In quel momento, come si interruppe la comunione con Dio per mezzo del loro peccato, il loro spirito incominciò a deprimersi. Comunque non credo nemmeno in tanti medici che curano quella parte del corpo che confina con la parte spirituale dell’uomo: la mente! Fra questi ci sono gli Psichiatrici, gli Psicanalisti, gli Psicologi e altri tipi di medici attinenti al caso. E quando dico “la mente” non intendo dire il cervello.

Non dico che non sono bravi, ma quando non sanno che fare, quando arrivano al confine fra la carne e lo spirito tendono a riempire i pazienti di antidepressivi. Gli antidepressivi forti immobilizzano muscoli e nervi; si è sedati e fanno sembrare la persona uno zombie. Gli antidepressivi più leggeri ti aiutano in qualche modo a tenere il corpo meno sedato ma il sistema è lo stesso. Ma anche qui dopo anni di sperimentazione curano il sintomo, ma mai la causa. D’altra parte i medici, più di questo non sanno e non possono fare, a meno che, il dottore sia un “cristiano” non solo di nome ma anche di fatto, che possa aiutare il paziente a raggiungere una fede vera. Inoltre quasi tutti gli antidepressivi e ansiolitici servono per un lasso di tempo, poi il loro effetto svanisce anche se l’organismo si è assuefatto.

La “Depressione”, non è altro che la mancanza di comunione con Dio.

Ci sono tantissimi esempi di “depressione” o mancanza di comunione con Dio nelle Sacre Scritture. Pietro era in comunione con Dio quando camminava sulle acque, ma appena calò lo sguardo dal Signore ebbe paura (Matteo 14:21). La paura causa attacchi di panico, ansia e se non gridi a Gesù puoi annegare nel mare dell’incredulità. Elia sconfisse da solo i profeti di Baal e di Astarte, fece piovere dal cielo un fuoco consumante, perché la fede lo teneva in comunione con Dio (1 Re Capitolo 18). Ma appena si compiacque di se stesso, iniziò a tremare di fronte alle imprecazioni di una donna. Fuggì nel deserto perché era depresso! Si era interrotto il rapporto di comunione e di fiducia che aveva con il Suo Dio ed è per questo che addirittura voleva morire. Solo Enoc visse la sua vita secondo la volontà di Dio e fu rapito dal Signore, quindi possiamo affermare che Enoc visse quello che Adamo non visse: una vita giornaliera di comunione e fiducia in Dio (Genesi 5:24).

Molti cercano di riempire questa assenza di comunione prendendo droghe, pasticche, fumando, bevendo, dandosi ad ogni sorta di peccato sessuale, a ogni depravazione, a ogni cosa immorale che questo mondo offre. Quando la vita diventa insostenibile se non hai comunione con Dio prima o poi crollerai sotto gli attacchi dei demoni che mirano a distruggere ogni essere umano esistente sulla terra. Oggi, come sempre d’altronde, anche i bambini sono presi di mira da questi spiriti seduttori. Ed oggi ancor di più a causa dei mezzi di comunicazione o di videogiochi che sono diabolici, ma il mondo continua a dire che il diavolo non esiste.

Come reagire e uscirne fuori?

Ci vuole una costante vita consacrata a Gesù. Non c’è un’altra via per porvi rimedio. Ogni altra via sarà un fallimento.

Gesù stesso dice: “Io sono la via, la verità e la vita…” (Giovanni 14:6).
La Toscana, la bellissima Toscana piena di girasoli. Cosa fanno i girasoli di notte? Sembrano angosciati e con le facce all’ingiù sui loro lunghi e deboli steli. Ma poi viene il mattino, i primi raggi di sole ed ecco che l’abbattimento del fiore lascia il posto alla gioia. Tutti i girasoli fissano il sole, i petali si schiudono e il processo dura fino a tarda sera, e mentre la terra ruota su se stessa si muove anche il nobile fiore tenendo lo sguardo fisso verso il sole. Perché per il fiore il sole è la sua energia di vita.

Questo fenomeno Dio lo ha dato ad un fiore che oggi c’è e domani no.

I cristiani invece prendono la loro energia di vita spirituale dallo Spirito Santo. Così facendo possono rimanere calmi e tranquilli mentre tutto intorno a loro le tempeste della vita infuriano minacciosamente, e niente e nessuno, né uomo né demone può averla vinta se una vita protetta da Dio stesso.

Se non guardi il Sole di Giustizia che è Cristo Gesù, se non sei in continua comunione con Cristo tutti i giorni tu la depressione non l’abbandonerai mai. Se vogliamo vivere dobbiamo alzare la testa…

Dio benedica chi legge

Ferrentino Francesco La Manna | Notiziecristiane.com
https://www.facebook.com/storiedifedevissute.blogspot.it

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook per restare informato...