La Grazia di Dio nella Nostra Debolezza

La nostra cultura usa varie massime per giustificare il ruolo della debolezza e del dolore nelle nostre vite: “Nessun dolore, nessun guadagno”; “Il dolore è la debolezza che lascia il corpo”; “Ciò che non ti uccide, ti fortifica.”

Molti di questi proverbi moderni sono usati per evidenziare il premio finale del diventare più forti. La cultura in cui viviamo premia forza individuale, indipendenza e successo. Ma Paolo promosse una prospettiva contro-intuitiva, vantandosi delle sue debolezze. Potrebbe essere possibile che ciò che consideri la tua più grande difficoltà, sia in realtà una dimostrazione della grazia di Dio nella tua vita?

Paolo era un esperto nel campo della sofferenza. In 2 Corinzi 11, Paolo condivide il lungo elenco delle sue prove, che fornisce uno sguardo sull’estensione della sua afflizione. Aveva ricevuto trentanove frustate cinque volte; fu battuto con verghe tre volte; fu lapidato; fece naufragio in mare in tre diverse occasioni; sopportò notti insonni, fame, sete e mancanza di vestiti; tutto perché aveva scelto di seguire Gesù Cristo.

Paolo aveva calcolato il costo, eppure aveva scelto ancora di seguire Gesù. Ma c’era una specifica infermità che lo affliggeva di più. Pregò Dio tre volte di portarla via. Dio aveva il potere di rimuoverla, ma aveva in mente qualcosa di più grande.

Pensa alla cosa che ti porta più dolore e frustrazione in questa vita. Se Dio fosse disposto a rimuoverla e portare via la tua sofferenza, gli chiederesti di farlo? Paolo sapeva che Dio aveva la capacità di eliminarla; ha letteralmente supplicato Dio di farlo. Ma Dio disse no.

Per il beneficio di Paolo e per il nostro, Dio gli ha dato una spiegazione: “La mia grazia ti basta. perché la mia potenza si dimostra perfetta nella debolezza” (2 Corinzi 12:9). Che cosa potrebbe aver portato Paolo a vantarsi della sua debolezza? Si fidava della bontà e della saggezza del piano più grande di Dio. Invece di diventare rancoroso, scelse di concentrarsi sull’opera di Dio nel mezzo della sua sofferenza. Mentre adottava la prospettiva di Dio, Paolo identificò i problemi come una piattaforma da cui osservare l’immensa potenza di Dio.

Dio ci offre queste stesse certezze. La Sua grazia abbondante vince il peso della nostra debolezza. Questa è la ragione più grande dietro la tua sofferenza. Abbraccia la tua debolezza, sapendo che la tua più grande difficoltà è in realtà un’esibizione della grazia di Dio nella tua vita.

Notiziecristiane.com

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook