La mancanza di rivelazione nella nostra mente e nel cuore ci rende statici…

Quando riceviamo Cristo nella nostra vita, noi diventiamo nuove creature e, come nuove creature, abbiamo una nuova identità. Ma per vivere come una nuova creatura, bisogna scoprire la nuova identità. Alcuni si chiedono: “Certo, noi siamo nuove creature, le cose vecchie sono passate, sono un uomo nuovo, ma perché continuo a peccare come prima, come quando non conoscevo Cristo?”

La risposta la troviamo in questi tre passi. Tre cose succedono quando una persona riceve Cristo: è santificata, ovvero separata per Dio, è giustificata, ovvero i suoi peccati sono perdonati; è rigenerata, ovvero inizia un cambiamento. Ora, la giustificazione è immediata; la santificazione e la rigenerazione sono un processo. Quando riceviamo Cristo siamo già separati per Dio; ma poi c’è il processo della santificazione dove noi ci separiamo ogni giorno dalle cose del mondo; e la rigenerazione che è connessa al processo della santificazione. Ma, affinché Cristo sia formato in noi continuamente, dobbiamo rinnovare la nostra mente.

A volte, accade che, anche se noi siamo nuove creature e le cose vecchie sono passate, quando noi camminiamo nella carne o nel vecchio uomo, questi vecchi atteggiamenti si manifestano. Dobbiamo sapere che Satana vuole fermare la rivelazione di chi noi siamo in Cristo, per far sì che noi camminiamo nella nostra vecchia natura. Quando noi non sappiamo chi siamo in Cristo e quanto lui è sconfitto, noi agiamo come quando eravamo senza Dio. Ad esempio, il Faraone parlando al suo popolo d’Egitto riconobbe che il popolo d’Israele era più numeroso e più potente del suo popolo, ma il popolo d’Israele non si identificava con ciò che era in realtà.

Se il popolo d’Israele avesse avuto una rivelazione di quello che era, non avrebbe avuto bisogno che Dio aprisse il mare in due, non avrebbe avuto bisogno di tutte le piaghe che Dio ha mandato in Egitto. Loro erano nati schiavi, e avevano la mentalità dello schiavo. E questo è quello che accade con molti credenti quando ricevano Cristo: non sanno il potenziale che hanno, non sanno quello sono in Cristo, non sanno quello che significa essere una nuova creatura e quanto è sconfitto il diavolo; e allora continuano a vivere sotto la schiavitù, anche se sono liberi. La rivelazione che noi riceviamo è quella che ci permette di avanzare.

La mancanza di rivelazione nella nostra mente è quella che ci fa vivere in modo statico e senza progredire nel regno di Dio.

Alessio Sibilla

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook