La ricompensa della pazienza

di Charles Stanley – “Ho fermamente e pazientemente aspettato l’Eterno, ed egli si è chinato su di me e ha ascoltato il mio grido”. (Salmo 40:1) – Le Scritture contengono molte storie di persone che hanno aspettato anni o addirittura decenni prima che le promesse del Signore si adempiessero. Ciò che i credenti di oggi devono imparare dalla pazienza dei santi della bibbia, come Abramo, Giuseppe, Davide e Paolo, è che saper aspettare il  Signore ha una ricompensa eterna.

Oggi guardiamo al monarca più memorabile di Israele. Davide fu l’erede designato al trono di Israele, ma  trascorse molti anni fuggendo dall’ira e dalla persecuzione del re Saul. Pur avendo avuto per due volte l’opportunità della vendetta, Davide resistette  alla tentazione e risparmiò la vita di Saul. Scelse di aderire al programma di Dio per la sua incoronazione, piuttosto che disonorare il Signore, uccidendo il re unto dal Signore. I Salmi di Davide rivelano la sua intima conoscenza dell’opera  del Signore nella sua vita. Il pastore – re non solo raggiunse il suo obiettivo attraverso la pazienza, ma scoprì anche che la via di Dio è sempre la migliore.

Davide lasciò un’incredibile testimonianza della fedeltà di Dio per ciascuno di noi, da leggere e meditarci su. Era impegnato ad attendere ill Signore, e, di conseguenza, ha avuto l’approvazione e la benedizione del Padre. Non possiamo sottovalutare la ricompensa di vivere nel favore divino. Questo non è uno stato speciale riservato ai “giganti della fede” come Davide. Tutti coloro che ubbidientemente resistono fino a quando il Signore opera nella loro vita dimorano nel suo favore.

Davide non ricevette la sua benedizione perché era speciale; fu onorato tra gli uomini perché  prima di tutto onorò il Signore. E siccome confidava nella fedeltà di Dio, sopportò le difficoltà con pazienza. Anche noi possiamo aspettarci di essere benedetti quando sappiamo aspettare il Signore.

Da: Chiesadiroma.it

Iscriviti alla Newsletter del Notiziario Cristiano