“Lasciate i piccoli venire a me e non glielo impedite…” La Testimonianza di Cati Marotta 

Mi chiamo Cati Marotta, sono la madre di Giulia e sono divorziata da moltissimi anni. Allora non conoscevo il Signore e il mio ex marito ed io giungemmo al divorzio! Il mio ex si risposò, e proprio tramite lui e la sua seconda moglie, Giulia ha cominciato a frequentare delle chiese evangeliche e si è convertita lei per prima! Pregava molto perché anche io accettassi Gesù, ma io ero accecata ed ingannata dal nemico e credevo che mia figlia fosse stata plagiata da una setta per le cose strane ed incomprensibili che mi diceva.

Io venivo da una religione molto cattolica, poi era subentrata la gelosia perché frequentando la casa del padre con l’altra compagna, mi diceva che loro erano tranquilli ed invece io ero sempre nervosa e la rimproveravo (era comunque ancora in una età adolescenziale). All’inizio, il suo eccessivo fervore (dei primi tempi della sua conversione) quando mi diceva di buttare i santini che avevo a casa e tante altre cose che a lei stonavano da quando conosceva la verità dell’Evangelo, creavano discordia fra noi. Prima di allora, avevamo un buon rapporto ed una forte intesa, con una grande complicità tra madre e figlia. Il diavolo si stava scatenando nella nostra vita perché Gesù era entrato nel cuore di mia figlia Giulia. Dopo quasi 2 anni la tensione fra noi cominciò ad allentarsi (le preghiere cominciavano ad esaudirsi); avvenne una resa e torna la pace e l’intesa fra noi, ma mancava qualcosa di importante. Nel febbraio del 2012 mia figlia mi invitò ad andare in chiesa, c’era un giovane Pastore brasiliano che era stato invitato a predicare per 3 o 4 giorni di seguito, oltre a dare delle lezioni di scuola biblica. Con quella scusa lei prese la palla al balzo e mi invitò. Era un venerdì (lo ricordo ancora), io non avevo nessun particolare impegno e per curiosità accettai. Iniziò tutto per curiosità. All’inizio ero un po’ diffidente e dubbiosa alla riunione e mentre sentivo questa persona dal pulpito parlare in un modo che non avevo mai sentito di Gesù e raccontare la sua forte testimonianza di conversione, dai miei occhi cominciarono a scendere delle lacrime, però mi vergognavo e cercai di nasconderlo. Trovavo poi tutto molto strano, il loro modo di pregare così diverso e spontaneo, troppa gioia, poi le lodi così belle e quel cantare con fervore da parte di tutti. Su invito di mia figlia e degli altri continuai ad andare per i giorni successivi, e le lacrime, ma anche la gioia che sentivo nel cuore aumentavano sempre di più. Mentre ascoltavo il predicatore mi capitò un fatto strano! Il Pastore si avvicinò a me e a mia figlia e prego per me, chiedendomi se volessi accettare il Signore. A quel punto, io aprii il cuore e con lacrime agli occhi risposi di si! Da allora non ho più smesso di andare in chiesa! Gesù mi ha dato una chiesa dove ho trovato una famiglia in Cristo e dei pastori unti da Dio. Nel frattempo mia figlia si è sposata con un ragazzo convertito e vive in provincia di Milano. Ora io e lei ci sosteniamo a vicenda, ci confortiamo e ci edifichiamo nell’amore del Signore Gesù!

Si parla sempre dei giovani che rifiutano la salvezza e il perdono dei propri peccati, in quanto, avendo una vita davanti, sembra a noi già adulti e maturi che non ne vogliono sapere. Invece Gesù disse: “lasciate i piccoli venire a me e non glielo impedite…”

Tramite mia figlia ho accettato Gesù nel mio cuore. Poi mia madre, a 87 anni, ha accettato il Signore 5 anni fa. Adesso sta venendo in chiesa con noi la figlia di mia sorella… e non credo che Gesù si fermerà qui…

A Dio sia la gloria!

Ferrentino Francesco La Manna | Notiziecristiane.com
https://www.facebook.com/storiedifedevissute.blogspot.it

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook per restare informato...