LE IENE NON PORTANO BENE

Il servizio andato in onda sulla conversione di Alessandro mi spinge a dover scrivere il mio pensiero riguardo non solo al servizio faziosamente schierato da parte della testata giornalistica le iene.

Ma mi chiedo e dobbiamo chiederci se viviamo veramente in un paese dove per legge e secondo i Patti stipulati si dice “Cristiano” e dove sono garantiti i diritti che la costituzione dovrebbe garantire riguardo alla libertà di espressione e di culto religioso. Il servizio passato dalla testata giornalistica le iene lede il diritto di esprimere ed esercitare tali diritti. Volevo solo ricordare al giornalista Gaston zama che siamo circa 600 mila credenti “plagiati” da GESÙ in tutta Italia e che tra questi Pazzi ci sono tanti ex omosessuali che liberamente si sono voluti far “plagiare” da GESÙ e adesso hanno un equilibrio mentale una vita ordinata e anche delle mogli e dei figli. Ci si lamenta poi che in Italia non si fanno figli ma ci si accanisce contro la famiglia cercando di far passare come normale e naturale le unioni tra gli stessi sessi. Ringrazio DIO di avermi fatto libero di scegliere di seguire GESÙ. Credo che non si possa chiamare un paese civile e degno di questo nome il non poter dire che GESÙ mi ha liberato non dagli omosessuali che rispettiamo e amiamo ma da un peccato che la bibbia dice.

Riguardo alle mie opinioni personali le voglio mettere da parte e invece invitare tutti i credenti a non guardare più il programma le iene che discrimina in modo fazioso, violento le minoranze. Dov’e la tanto decantata libertà di espressione di cui si parla? Dove sta lo scandalo di un ragazzo che ha accettato GESÙ nella sua vita cambiando orientamento sessuale? Ma le iene sono quelli che dovevano difendere la libertà anche dei cittadini più deboli? Non dicevano di portare bene? A me non sembra affatto che la bibbia abbia mai detto che il bene debba essere chiamato male Come ultimamente viene fatto passare nel nostro Paese. Sappiamo bene che i mezzi di comunicazione dicono ciò che vogliono e come vogliono ma qui non si sta parlando di opinioni ma di una dittatura ideologica dove se non fai parte della maggioranza sei un omofobo, un furbo, un pazzo e chi ne ha più ne metta. Sappiamo benissimo quale sia il gioco sporco che si fa con i mass media.

Ma in gioco c’è il sacrosanto diritto al voler dire liberamente cosa ci insegna la bibbia senza mai offendere nessuna categoria di persone nelle loro scelte di vita, lo stesso GESÙ cercava di lasciare liberi i suoi discepoli di poterlo seguire o no (Giovanni 6:67) cosa che né un partito politico, né una religione fa la libertà di poter esprimere i principi fondamentali del cristianesimo hanno  Cominciato così i nazisti tedeschi con la disinformazione fino a farci i controlli nelle nostre comunità, controlli nei nostri posti di lavoro, nelle scuole e infine entreranno anche nelle nostre case ad imporci la loro finta libertà

#leienenonportanobene#

Dio ci benedica

Evangelista Mario Foti

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook