L’incontro con Gesù mi salvo dalla droga e dall’Aids

Oggi all’età di 53 anni in breve vi scrivo affinché si sappia l’onnipotenza del Dio che conobbi e incontrai faccia a faccia perché non tutti lo sanno cosa accadde oltre 24 anni fa nella mia vita.

Vengo da una famiglia di 3 figli dei quali io ero il più piccolo con dei genitori meravigliosi e sottolineo meravigliosi che non mi avevano mai fatto mancare di nulla. Ma malgrado tutto molto presto, avevo appena 14 anni, era il 1980 quando iniziai a fare uso di sostanze stupefacenti, iniziai per gioco con l’hashish ma ben presto dopo un paio di anni circa, non mi bastò più che cominciai a usare eroina e cocaina.

Iniziai subito dopo la seconda volta che la sniffavo a iniettarmela nelle vene (a bucarmi) e per quasi 15 anni andai avanti così con tutto quello che potete immaginare con l’avere problemi con la giustizia, a rubare, a trafficare, a non rientrare in casa a dormire per la strada come un barbone e anche se pur allora senza accorgermene subito  diventai sieropositivo (aids) ecc. ecc.

Fin quando un ex drogato mi parlo che Gesù, …lo aveva liberato, da allora ne parlai con mia madre che iniziai a cercalo in preghiera insieme con lei ma senza ancora dei risultati andai in diverse comunità di recupero per tossicodipendenti; nulla fin quando un bel giorno era il 1994 che mi accorsi di essere sieropositivo tentai diverse volte e in diversi modi il suicidio ma un giorno il Signore si servi di un uomo  durante una conferenza di liberazione e guarigione, pregò per me e mi guarì dall’AIDS.

Con enorme stupore mio e dell’equipe medica ne parlarono i giornali, le riviste mediche ecc. ecc. Ma non mi bastò, continuai ugualmente a bucarmi chiedendo a Dio:  Se tu veramente esisti come mi hai guarito, liberami dalle droghe e da questa vita di schiavitù” finché arrivò il 13 aprile del 1995, era un giovedì, alle 15:30 circa del pomeriggio senti una voce dentro di me e una presenza amorevole che mi è impossibile descrivere a parole,  fu lì che chiesi: “Ma chi sei?” Andai davanti al mio specchio di casa e non vidi più il mio volto ma vidi davanti ai miei occhi il volto di un uomo sofferente che si era completamente immedesimato in me, era Gesù Cristo mi disse soltanto: “Io sto dentro di ognuno di voi, proclamalo!”.

 Da quella data all’età di 29 anni la mia vita fu totalmente cambiata:  non mi drogai più nei giorni seguenti e negli anni non feci altro che proclamare Cristo ovunque e in ogni posto con le missioni, nelle carceri, con la chiesa e con altri fratelli credenti in Cristo. Q

Questo è solo un piccolissimo riassunto di come Gesù Cristo si rese visibile davanti ai miei occhi e mi guari, e mi liberò. Ma devo aggiungere che a distanza di 24 anni da quest’apparizione mi tornò in visione di nuovo, da me, la notte del 3 dicembre del 2018 scorso,  vidi Gesù tra le nuvole che mi disse: “Io sto per tornare!”

Adesso sta a voi io sono libero nella coscienza di avervi detto nient’altro che la verità; nessuno mi ha pagato e nessuno mi paga per dire tutto questo. Ma Gesù Cristo mi disse: Vai e proclamalo!

Io gratuitamente ho ricevuto ed io gratuitamente do perché Gesù vive! Lui si è caricato delle mie e delle tue colpe, ha preso il posto mio e il posto tuo è morto ed è risorto per pagare il prezzo dei miei e dei tuoi peccati. E soprattutto ha promesso che ritornerà dal cielo così allo stesso modo di com’è venuto e lui è la verità pura al 100% che non può mentire. Se credi in lui, avrai la vita eterna se non credi, morirai eternamente all’inferno. Dio vi benedica e che possiate fare la stessa scelta di accettarlo che feci io.
con amore.

Ippati Marco

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook