Lo psichiatra contro Luxuria: “Educazione spetta alla famiglia”

Ancora polemiche sul “caso Luxuria”.

“Restituire alla famiglia ciò che è della famiglia e creare rete di famiglie che sostengano le famiglie”. E’ questo l’obiettivo principale dell società contemporanea, secondo lo psichiatra Tonino Cantelmi. In preparazione al Congresso Mondiale delle famiglie, che avrà luogo a Verona a fine marzo, infiamma la polemica per il “caso Luxuria”. Dopo la lezione di transgenderismo tenuta dall’ex parlamentare nel programma per bambini “Alla lavagna”, sono stati in molti ad attaccare la Rai, per aver realizzato e messo in onda la puntata in questione.

“Ritengo che ci sia stato un cortocircuito – sostiene Cantelmi -: credo che certe tematiche a età così sensibili andrebbero affrontate in famiglia e che la responsabilità principale dell’educazione su questi temi sia dei genitori. I genitori conoscono la sensibilità dei loro figli e sanno come parlare, come accoglierli, come sostenerli. Dunque, non credo che in una età così delicata sia giusto indirizzare loro un intervento così dirompente”.

Per lo psichiatra quindi occorre ridare alle famiglie quel ruolo fondamentale per la società e la formazione umana che avevano in passato.

Vocecontrocorrente.it

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook per restare informato...