Marilyn Manson, satanismo e abusi sessuali: le conseguenze fatali

Un grave scandalo ha colpito uno degli artisti internazionali più controversi, noto per i suoi inneggiamenti blasfemi e demoniaci. 

D’altronde, davanti a un certo tipo di messaggi lanciati nella sua carriera, non molti sono rimasti sorpresi. Il cantante statunitense Marilyn Manson, pseudonimo di Brian Hugh Warner, è noto per il suo rock satanico, che ha tristemente influenzato intere generazioni con messaggi inneggianti al demonio, al satanismo e cose di questo tenore.

Il cantante noto per lo stile satanista accusato di molestie

Uno dei suoi primi album di successo più noto si intitola “Antichrist Superstar”. Un altro dei primi brani che lo hanno portato al grande pubblico ha come titolo “Long Hard Road Out of Hell”, “La mia lunga strada dall’inferno”, titolo anche del suo libro autobiografico.

Le immagini che corredano i suoi testi violenti, osceni e demoniaci lo sono altrettanto. Il suo modo di vestirsi inneggia all’immaginario satanista, tra coltelli insanguinati e corna appuntite. Ora è accaduto che la sua etichetta discografica, con cui collaborava dal 2015, lo ha brutalmente allontanato.

La donna ha trovato la forza di denunciare, indicando l’abusatore

Il motivo? Le accuse di molestie sessuali e psicologiche che gli sono state rivolte in questi ultimi giorni da parte di diverse donne, tra cui l’attrice Evan Rachel Wood. L’etichetta è la Loma Vista, che ha curato la distribuzione degli ultimi tre dischi della band del cantante. Dopo le accuse l’etichetta ha pubblicamente affermato che metterà di promuovere i suoi album già pubblicati e che non lavorerà più con lui in futuro.

La Wood ha infatti pubblicamente lanciato l’accusa contro il cantante relativamente alle molestie ricevute. I due hanno avuto una relazione dal 2006 al 2010. La donna però ha deciso di sfogarsi sul social Instagram, spiegando come siano andate le cose tra i due. Pare che Manson, o Warner come è il suo nome all’anagrafe, “aveva iniziato a formarla” quando la donna era ancora una ragazzina, scrive.

Il cantante ha abusato della donna “in maniera orrenda”

Dopodiché, questi per anni abusato di lei “in maniera orrenda”, sottoponendola a un vero e proprio “il lavaggio del cervello”, “manipolandola fino alla sottomissione”. Ora però la donna ha trovato la forza di rendere il tutto pubblico, essendo ora finalmente “stufa di vivere nella paura di ritorsioni, calunnie e ricatti”.

Le denunce della Wood infatti erano state già lanciate nel 2016, ma evidentemente per paura di ritorsioni non aveva fatto nomi specifici. In quella occasione già la donna aveva spiegato di avere subito abusi “fisici, sessuali e psicologici”. Dopo avere pubblicato ieri il suo post di accusa, subito anche altre quattro donne hanno trovato la forza di denunciare il cantante, spiegando di avere subito molestie da parte sua.

Giovanni Bernardi

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook