NON PER LA NOSTRA FORZA

di Agostino Masdea  -“Non per forza, né per potenza, ma per il mio Spirito, dice il Signore”. Zaccaria 4: 6  –  Questo verso è scritto a grossi caratteri anche su un’insegna, in una delle sale di culto nella nostra comunità. Se facciamo nostre queste parole, e le ricordassimo spesso, potremmo attenuare l’effetto a livello mentale ed emotivo di quella tensione che si presenta quando dobbiamo affrontare  combattimenti  e situazioni difficili che incombono  sulla nostra vita.

È vero, Dio ci ha assegnato dei compiti, ci ha dato dei doni, ci chiede di fare un lavoro non sempre facile, ma è sempre Lui che compie ogni cosa. Egli ne è il principio, e ne è anche la fine. È Lui che determina i risultati, perché non è “per forza o per potenza” e quindi per “capacità umana”, ma per lo Spirito di Dio!  “Infatti è Dio che produce in voi il volere e l’agire, secondo il suo disegno benevolo”. Filippesi 2:13. Dio cioè, agisce in noi e ci rende capaci di desiderare e di compiere ciò che Egli vuole.

Nella nostra vita stessa Egli ha cominciato in noi un’opera buona, e la condurrà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù” Filippesi 1:6. Perciò dobbiamo del continuo fare affidamento alle risorse celesti, dipendere dalla forza dello Spirito Santo, affinché tutta la gloria sia del Signore.  

La chiamata di Dio ha sempre uno scopo, e il nostro scopo deve essere lo stesso della chiamata. Quindi sarà Dio a provvedere e fare in modo che la nostra opera possa portare frutto per il Suo regno. Non dovremo avvilirci se i risultati sembreranno scarsi, e nemmeno esaltarci se saranno lusinghieri. Ma dare sempre a Lui la gloria!

https://www.chiesadiroma.it/?p=28447

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook