ONU: Il riscaldamento globale mette a rischio l’umanità

ONU: Il riscaldamento globale mette a rischio l’umanità

Recentemente l’IPCC l’organo dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), preposto allo studio dei cambiamenti climatici su scala mondiale, calca la mano sui possibili scenari del clima del futuro e le notizie non sono per nulla incoraggianti. “Un incremento delle temperature medie globali superiore alle soglie fissate dall’accordo di Parigi sul clima, avrebbe potenzialmente impatti irreversibili sui sistemi umani“. In poche parole, se l’aumento delle temperature medie globali dovesse raggiungere i 2°C, anziché gli 1,5°C ipotizzati, circa 420 milioni di persone in più sulla Terra si troverebbero ad affrontare “ondate di caldo estremo” e fino a 80 milioni di persone in più nel Mondo potrebbero essere minacciate dalla fame.

“La vita sulla Terra può riprendersi dai grandi cambiamenti climatici evolvendosi in nuove specie e creando nuovi ecosistemi, ma l’umanità non può“, sentenzia così l’IPCC nella bozza preliminare dell’ultimo rapporto in uscita, dopo la sua approvazione per consenso da parte dei 195 stati membri, nel febbraio del 2022. Carenza d’acqua, esodo, malnutrizione, estinzione delle specie: la vita sulla Terra come la conosciamo sarà inevitabilmente trasformata dal cambiamento climatico.

Naturalmente l’IPCC prevede scenari apocalittici,  ma quantunque noi Cristiani amiamo e rispettiamo la natura, grazie al cielo, abbiamo una visione diversa, poiché non con confidiamo nel creato ma nel creatore che a creato una natura perfetta!

Come figli di Dio la nostra preoccupazione principale deve essere quella di proclamare la verità del vangelo, il messaggio che ha il potere di salvare le anime. Salvare il pianeta non è in nostro potere e non fa parte della nostra responsabilità. Il cambiamento climatico potrebbe essere reale o meno, e potrebbe essere causato dall’uomo o meno. Ciò che possiamo sapere per certo è che Dio è buono e sovrano e il pianeta Terra sarà il nostro habitat per la durata voluta da Dio. Il Salmo 46:2-3 dice: “Perciò noi non temeremo, anche se la terra si dovesse spostare e se i monti fossero gettati nel mezzo del mare, e le sue acque infuriassero e schiumassero, e i monti tremassero al suo gonfiarsi.”

Peter Proietto

https://www.notiziecristiane.com/wp-admin/post-new.php

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook