Pastore battista arrestato in Myanmar

Il pastore Hkalam Samson, leader in vista e coraggioso difensore dei diritti umani, è stato arrestato all’aeroporto mentre cercava di recarsi in Thailandia

Christian Solidarity Worldwide (CSW), organizzazione cristiana impegnata nella difesa dei diritti umani e della libertà religiosa, ha chiesto l’immediato rilascio dell’ex presidente della Kachin Baptist Convention (KBC) in Myanmar, il pastore Hkalam Samson, arrestato all’aeroporto internazionale di Mandalay lunedì 5 dicembre.

Il dottor Samson, presidente dell’Assemblea consultiva nazionale Kachin, è stato arrestato mentre cercava di recarsi a Bangkok in Thailandia.

Il motivo dell’arresto non è ancora noto. Nel 2019, il Northern Command dell’esercito birmano ha tentato di avviare una causa contro il dottor Hkalam Samson, reo di aver riferito al presidente degli Stati Uniti Donald Trump dell’oppressione religiosa militare delle minoranze etniche nel paese. Ma il caso era stato archiviato per ordine del capo militare, Min Aung Hlaing.

Benedict Rogers, analista senior di CSW per l’Asia orientale, ha dichiarato: «CSW è profondamente turbata dall’arresto di un leader religioso così importante e rispettato a livello internazionale in Myanmar, e sono molto preoccupato per il suo benessere».

Il dottor Samson, secondo quanto riportato da CSW è «uno dei leader religiosi cristiani più importanti e autentici del Myanmar» e un «coraggioso difensore dei diritti umani».

Hkalam Samson è stato presidente della KBC dal 2018 fino a quest’anno. In precedenza, ha servito per otto anni come segretario generale.

Nel 2018 ha incontrato alti parlamentari e funzionari britannici durante una visita a Londra e l’anno successivo ha incontrato il presidente degli Stati Uniti alla Casa Bianca.

«Chiediamo alle autorità del Myanmar di rilasciarlo immediatamente e sollecitiamo la comunità internazionale a chiedere il suo rilascio incondizionato e a garantire il suo benessere», ha aggiunto Rogers.

https://www.riforma.it/it/articolo/2022/12/07/pastore-battista-arrestato-myanmar

 

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook