Per le donne cristiane perseguitate, la violenza è aggravata dalla “vergogna”

I resoconti recenti da Porte Aperte mostrano che la persecuzione contro le donne che si convertono a Gesù dalle altre religioni “sperimentano quasi il doppio delle lotte degli uomini – dimostrando quanto “complessa, violenta e nascosta” sia la loro persecuzione”.

Le donne in Medio Oriente, Africa e Asia sono i custodi spirituali delle loro famiglie. Quando scelgono di seguire Cristo, spesso anche le loro famiglie lo fanno. Questo può essere un motivo per cui la guerra spirituale contro di loro è così intensa.

Preghiamo soprattutto per Rita, una cristiana, che è stata usata come schiava del sesso dell’ISIS per oltre 3 anni fino a quando non è stata salvata. Le sue ferite emotive e fisiche sono profonde. Possa lei trovare Gesù vicino al suo cuore ferito e trovare la guarigione in Lui.

Worldwatchmonitor.org