Quando avverrà il Rapimento dei credenti?

nuvole-rapimento-chiesa

nuvole-rapimento-chiesaLa Bibbia dice che una generazione di credenti (quella presente alla venuta di Cristo) non conoscerà la morte del corpo. Questo evento miracoloso e misterioso è chiamato il “Rapimento”. Ci viene detto che è un mistero, cioè qualcosa che non è stato rivelato prima. Paolo dice: “Ecco, io vi dico un mistero: Non tutti morremo, ma tutti saremo mutati, in un momento, in un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromba, poiché la tromba suonerà, e i morti (in Cristo) risusciteranno incorruttibili, e noi (credenti-salvati) saremo mutati” (1 Corinzi 15:51-52); vedi anche Apocalisse 11:15-19.
Sarà una trasformazione istantanea.
Questo evento è associato alla Seconda venuta di Gesù e con quello che è descritto in 1 Tessalonicesi 4:16-17.

Gli scienziati ci dicono che il battito dell’occhio è il movimento più veloce del corpo umano.
Comunque, in greco, l’espressione tradotta “un batter d’occhi” implica solo una metà del movimento: questo è il senso delle parole di Paolo.
Che significa che saremo “mutati”?
I nostri corpi mortali diverranno immortali; ciò significa che saremo trasformati nell’apparenza e non nella sostanza.
Questa è la ragione per cui riconosceremo le persone che abbiamo conosciute sulla terra.

Quando avranno luogo questi straordinari eventi?
La Parola di Dio dice: “Or quanto ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che vi se ne scriva; poiché voi stessi sapete molto bene che il giorno del Signore verrà come viene un ladro nella notte” (1 Tessalonicesi 5:1-2).
Gesù disse: “Ma quanto a quel giorno ed a quell’ora nessuno li sa, neppure gli angeli dei cieli, neppure il Figliuolo, ma il Padre solo” (Matteo 24:36).
L’Apostolo Paolo ci accenna, però, degli eventi che ci permettono di individuare almeno il periodo, in base a certi eventi (2 Tessalonicesi 2:1-4).
Per questo dobbiamo seguire il consiglio di Gesù per cercare di cogliere i segni della fine dell’epoca per non essere colti di sorpresa.

In ogni caso, riteniamo che la venuta del Signore sia imminente.
Oggi assistiamo ad una accelerazione degli eventi che Gesù aveva indicato come segni del suo ritorno.
Però si può incorrere in due estremismi: il primo è la presunzione di avere una particolare visione riguardo il futuro e il ritorno di Cristo, anche se questa conoscenza sembra basata sulla Bibbia, e l’altro è ignorare il fatto che Cristo ritornerà, come se si trattasse di un semplice mito senza significato.
Nonostante tutto il male che ancora c’è nel mondo, è viva ancora la “beata speranza” per tutti i veri credenti che potranno essere presi per incontrare Cristo in qualunque momento (Tito 2:13-14).

Il Rapimento avrà luogo quando Gesù verrà per i suoi santi, cioè per tutti i veri credenti.
Forse ciò non sarà compreso bene dai non credenti, ma sarà senz’altro un avvenimento straordinario di portata mondiale, che desterà scalpore e paura a coloro che non ne faranno parte.
Alla seconda venuta, dopo il Rapimento, tutti vedranno Gesù.
Il suo ritorno sarà personale e fisico: “Ecco, egli viene con le nuvole ed ogni occhio lo vedrà; lo vedranno anche quelli che lo trafissero, e tutte le tribù della terra faranno cordoglio per lui” (Apocalisse 1:7).
Gesù ha detto: “Come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figliuol dell’uomo” (Matteo 24:27).

Fonte: http://www.incontraregesu.it/

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook