Quando insegni a tuo figlio, insegni al figlio di tuo figlio

Di Cristina Merola, specialista sulla persecuzione di genere per Porte Aperte in Italia

Quanto afferma il titolo di questo articolo è ciò che ci ricorda il Talmud, un testo sacro all’ebraismo. In Proverbi 13:22(a) troviamo scritto che l’uomo lascia un’eredità ai figli dei suoi figli. L’eredità della fede è senz’altro la più ambita per chi mette Cristo al centro della propria vita. Georgine ha questa ambizione, sebbene ora si trovi da sola a crescerli e a educarli. Il maggiore, Renestine Masika (9 anni), comprende la gravità della loro perdita ed è inconsolabile. Il secondo, Muhindo Stefano (6 anni) sembra troppo serio per la sua età e protettivo, sta in piedi accanto alla sorella minore, Kavira Justine (4) e alla madre.

==>> I ripetuti attacchi delle Forze Democratiche Radicali Islamiche Alleate (ADF) nella provincia del Nord Kivu della Repubblica Democratica del Congo (RDC) hanno reso sfollati migliaia di cristiani, lasciandoli vulnerabili ed esposti. Nel gennaio 2020 c’erano oltre 1,6 milioni di sfollati interni nella sola provincia del Nord Kivu. La continua attività militante e la persistente epidemia di Ebola hanno reso la provincia del Nord Kivu irraggiungibile per la maggior parte del 2019. Ma nella seconda metà del 2019 Open Doors ha avuto una breve finestra di opportunità per consegnare ai credenti i soccorsi di cui c’è urgente bisogno. Nonostante le sfide logistiche e di sicurezza, siamo stati in grado di consegnare riso, fagioli, sale, olio di palma, sapone da bucato e vestiti ad almeno 1.300 famiglie (per lo più cristiane).

Quando Georgine ha salutato suo marito Dieudonne Kakule Kahamulwa la mattina del 4 gennaio 2020, non sapeva che non lo avrebbe visto mai più. Non realizzò il valore di quel gesto familiare che non si sarebbe mai ripetuto in futuro. Dieudonne uscì per andare nei loro campi a raccogliere le noci di palma e Georgine lo avrebbe raggiunto dopo aver finito di cucinare per i bambini. “Sono arrivata alla fattoria e ho trovato la sua bicicletta abbandonata lungo la strada. L’ho chiamato, ma nessuno ha risposto…”. Il corpo di Dieudonne è stato trovato pochi giorni dopo. Era stato ucciso nel tipico stile ADF almeno un giorno prima. Quando Georgine racconta la triste cronaca di ciò che è accaduto, piange o fissa il vuoto. Sebbene abbia il cuore spezzato, le parole che i nostri collaboratori ci riferiscono, dopo la loro visita, ci rincuorano: “Voglio ringraziare i cristiani che pensano a me. Sono felice di sapere che qualcuno prega per noi, affinché Dio consoli me e i miei figli”.

Noi la Chiesa, il corpo di Cristo, abbiamo una grande opportunità: insegnare ai nostri figli la funzione della Chiesa, del corpo di Cristo, come gambe e braccia del Padre celeste per incoraggiare le nostre sorelle, mamme rimaste sole in un contesto violento e instabile, a crescere i loro figli.

Non temete di esporre i vostri figli all’opportunità di comprendere il potere della preghiera e dell’incoraggiamento nel corpo di Cristo in mezzo alla sofferenza.

https://www.fedepericolosa.org/quando-insegni-a-tuo-figlio-insegni-al-figlio-di-tuo-figlio/

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook