Scienza, Religione o fede nelle Sacre Scritture?

Penso ai vari governi che attraverso la scienza, stanno conducendo la gente a quel passo dell’Apocalisse dove è scritto che la gente non potrà ne comprare, ne vendere, se non porta l’impronta della bestia, rif “Apocalisse 13:17”.

Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome. Già stiamo vedendo in questi giorni quello che sta succedendo e quello che vogliono fare: Bill Gates un miliardario. annuncia che impianterà i microchip per combattere il Covid-19 e per tracciare le vaccinazioni, tutto questo perché? Perché la gente ha dimenticato Dio che può ogni cosa; oppure, il vero motivo è che ci vogliono nascondere Dio, e al suo posto vogliono mettere le statuine o gli idolatri che non possono intercedere in nessun modo. Non è una mia trovata, ma lo dice quella Bibbia, che pochi cattolici conoscono, perché se l’avessero conosciuta non avrebbero adorato le immagini ma Gesù in Spirito e in verità, cioè “invisibile” rif: 1Timoteo 2:5.

Infatti, c’è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo. Paolo in quei tempi, quando la gente adorava le statue, li chiamava “tempi di ignoranza” rif: Atti 17:30-31.

Dio dunque, passando sopra i tempi dell’ignoranza, ora comanda agli uomini che tutti, in ogni luogo, si ravvedano, perché ha fissato un giorno, nel quale giudicherà il mondo con giustizia per mezzo dell’uomo ch’egli ha stabilito, e ne ha dato sicura prova a tutti, risuscitandolo dai morti.

Quindi cosa vogliamo fare, vogliamo continuare a rivolgere le nostre preghiere alle statue che non ci parlano e non ci ascoltano, oppure, ci atteniamo alle Sacre Scritture per non essere Giudicati? A voi la scelta!

Roberto Santoro

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook