Sicuro nel proprio cammino!

Possiamo affermare che non sempre ci siamo sentiti sicuri della strada intrapresa. Intendo riferirmi a quella ideologica, alle scelte che inizialmente erano le più semplici o apparentemente innocue e che poi si sono rivelate le più sbagliate. Esperienze pesanti, pessime, che ci hanno portato a un bivio difficile o addirittura a un vicolo ceco dove persino il ritorno sembrava impossibile. E forse per alcuni è ancora oggi così!

Sicuro proseguirò nella mia strada, perché ricerco i tuoi precetti. Salmo 119:45

Il salmista, in questo verso afferma qualcosa di cui non possiamo non prenderne atto. Egli dice: “LA MIA STRADA”. Così egli non fa altro che sottolineare che è stata una scelta personale, individuale e non suggerita o tanto meno imposta da terzi.

Non è forse vero che gli amici possono condurci in strade buone o cattive; che i genitori pretendono, in nome del loro amore per i figli, quale dovrebbe essere la loro carriera lavorativa o il loro futuro fidanzato, sposo o sposa ideale. Ma il salmista specifica che la strada della fede è qualcosa che dipende da una scelta personale, perché si tratta della nostra personale salvezza, della nostra pace e salute spirituale e non ultimo della nostra vita eterna. Egli, infatti, ha acquistato fiducia in sé, grazie ad un particolare che volutamente egli ci partecipa. Egli rivela che ciò che ha tolto il dubbio, insicurezza, fobie e ogni forma di paura sulla propria strada, sono stati i PRECETTI DI DIO.

Vorrei dire che il precetto non è in alcun modo qualcosa legato ai sentimenti o alle sensazioni tanto meno ai desideri. La fede del resto non è qualcosa che ci trasforma in sensitivi, piuttosto in umili servitori che obbediscono alla Parola del Santo Vangelo di Cristo. Noi proseguiremo la nostra strada in piena sicurezza solo quando ricerchiamo i PRECETTI di DIO, obbedendo così alla Sua volontà. Nel verso 11 dello stesso Salmo 119 leggo: “Ho conservato la Tua Parola nel mio cuore per non peccare contro di te”.

Ciò preserva la nostra vita da grandi dispiaceri, poiché è lo Spirito Santo a custodire il nostro piede da facili e sicure cadute o da insidiosi tranelli del maligno. I PRECETTI di DIO sono una luce, rischiarano la nostra vista, e il nostro cuore se ne innamora. Ciò accade perché ognuno di essi ci parla dell’amore di Dio per noi!

Com’è la strada su cui stai camminando? Come ha reso il tuo cuore a oggi? Se il futuro ti sconcerta, la paura ti assale, forse non sono i precetti di Dio a guidarti bensì la legge del peccato che produce giudizio su di te. Vorrei tanto che ti unissi a me insieme al salmista nel dire: “Oh, come sono dolci le Tue Parole al mio palato! Sono più dolci del miele alla mia bocca”.

Cerca la Verità, cercala in Gesù, e sarai sicuro e veramente libero nella tua strada.

Giovanni Praticó

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook