Sono superati i dieci comandamenti?

E’ risaputo che siamo nell’era del Nuovo Patto, non siamo più sotto la legge da quando Gesù è morto e risuscitato. Siamo nell’era della grazia, i nostri peccati sono coperti dal sangue di Gesù!

Alleluia, ci possiamo avvicinare al trono di Dio non per i meriti nostri, ma per l’opera compiuta da Gesù. In questo contesto, quale utilità hanno i 10 comandamenti? Sono qualcosa di superato?

Gesù non ha detto “Tutto è compiuto” morendo sulla croce? Questo dovrebbe voler dire che non è più necessario compiere niente da noi stessi. Per fare luce su questo, esaminiamo altre parole di Gesù, in particolare 2 dichiarazioni del sermone sul monte: ‘«Voi avete udito che fu detto agli antichi: “ Non uccidere ; chiunque avrà ucciso sarà sottoposto al tribunale”; ma io vi dico: chiunque si adira contro suo fratello sarà sottoposto al tribunale; e chi avrà detto a suo fratello: “Raca ” sarà sottoposto al sinedrio ; e chi gli avrà detto: “Pazzo!” sarà sottoposto alla geenna del fuoco. ‘ (Matteo 5:21-22) e ‘«Voi avete udito che fu detto: “Non commettere adulterio” . Ma io vi dico che chiunque guarda una donna per desiderarla ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore. ‘ (Matteo 5:27-28)

Nelle parole di Gesù, vediamo dunque che Egli supera il comandamento. In risposta alla domanda del titolo, si, i comandamenti sono superati! Ma non nel senso che intende chi dice che la grazia supera il comandamento. Piuttosto nel senso che andiamo anche oltre il comandamento. La legge richiede un’osservanza esterna e verificabile. Gli altri possono vedere e verificare se rubo, commetto adultero, uccido, ecc… Solo lo Spirito Santo e me possiamo sapere se nel mio cuore ho desiderato rubare, un’altra donna, se ho odiato qualcuno… Se siamo onesti dobbiamo riconoscere che si tratta di un traguardo irraggiungibile.

Sarebbe dunque impossibile ubbidire a Gesù? Se pensiamo così, non abbiamo capito il nuovo patto. Ricordiamoci la promessa fatta già nell’ Antico Patto, ma valida per il Nuovo: Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dal vostro corpo il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne. (Ezechiele 36:26)

Dio stesso ci da un cuore nuovo, uno spirito nuovo. Può capitare che cadiamo in tentazione, anche soltanto nel nostro cuore. In questo caso, è inutile cercare di lottare con le nostre proprie forze (legge), ma possiamo attingere alla forza di Gesù stesso (grazia). La grazia ci permette di vivere secondo lo Spirito Santo, non secondo la carne.

In questo caso, siamo uniti col Padre, abbiamo lo stesso cuore Suo e i comandamenti non sono un peso perché diventano nostri. Il desiderio d’infrangerli sparisce, non esiste più.

Cosa ne pensi? Fammelo sapere nei commenti…

Lavialaveritaelavita.altervista.org

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook