STRADA SENZA USCITA

Tu, non temere, perché io sono con te; non ti smarrire, perché io sono il tuo Dio; io ti fortifico, io ti soccorro, io ti sostengo con la destra della mia giustizia. Isaia 41:10

Quanta sofferenza invisibile può trovarsi in chi vive nello smarrimento. Quante scelte hanno condotto alcuni in un vicolo cieco! Esistono strade che non portano da nessuna parte e lo si può capire solo quando ormai è troppo tardi. Quanti cuori iniziano la propria giornata già disorientati e avviliti. Sembra che non ci sia un’alba ma solo tenebre e tanto timore. Tutto sembra condurre verso una direzione, quella della disfatta, verso un muro di una strada senza uscita! Sentirsi smarriti, il più delle volte è causato dalla brutta esperienza di chi è stato illuso, condotto per un tempo e poi abbandonato in un vicolo cieco. Cosa fare quando uno spirito di smarrimento vuole impossessarsi dei nostri pensieri? Cosa fare quando pensiamo di “buttare la spugna” perché vediamo solo muri davanti ai nostri occhi? La bibbia attraverso il profeta Isaia, dà un consiglio importante. Lo Spirito del Signore invita a non temere perché Lui è con noi, non possiamo smarrirci. Egli stesso dice: “perché Io sono il tuo Dio”. Questo significa che è necessario che Egli diventi il nostro Dio, il nostro Gesù e il nostro Spirito Santo cioè la nostra Salvezza! Nel libro di Geremia cap. 31 verso 9 leggiamo:

“Vengono piangenti, e imploranti; li guido, li conduco ai torrenti, per una via diritta dove non inciamperanno; perché sono diventato un padre per Israele, ed Efraim è il mio primogenito.” Ebbene, il Signore vorrebbe essere TUO perché leggiamo: “Io sono il Tuo Dio”. Non ti smarrire, non temere, ma rifletti bene sulle parole dello Spirito Santo contenute nel verso di oggi perché è tempo di invocare Gesù nella tua vita, affinché tu sia condotto fuori dalla strada senza uscita.

Dio ci benedica. F.llo Giovanni Praticò

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook