Telebani giustiziano i cristiani a porta a porta, avvertono i Afghanistan

I leader della chiesa sotterranea in Afghanistan hanno avvertito che i talebani hanno una lista di nomi dei cristiani che cercheranno di uccidere , secondo un rapporto di un’organizzazione missionaria.
La dichiarazione dei leader della chiesa sotterranea è stata citata in un “rapporto di prima mano” recentemente pubblicato dall’organizzazione missionaria cristiana Frontier Alliance International (FAI), avvertendo dell’imminente pericolo per la minoranza cristiana in Afghanistan.
Il rapporto esordisce affermando che “ciò a cui stiamo assistendo ora è l’annientamento del Paese e del popolo afghano”, in particolare i cristiani e coloro che hanno “tradito” il sistema talebano .
Afferma poi che “il lavoro di vent’anni per rafforzare una nazione è stato distrutto in un solo giorno”.
“L’ambasciata degli Stati Uniti è ormai defunta e non c’è più un luogo sicuro in cui i credenti possano rifugiarsi . Tutti i confini con i Paesi vicini sono chiusi e tutti i voli commerciali sono stati interrotti», si legge nel documento.
“Tutti dipendono da Dio”
“La gente sta fuggendo in montagna per proteggersi. Dipendono totalmente da Dio, che è l’unico che può proteggerli e li proteggerà”, prosegue il rapporto.
Tra le altre informazioni importanti, rileva anche che i talebani cercano donne e bambini di porta in porta . “Le persone dovrebbero contrassegnare la loro casa con una ‘X’ se hanno una ragazza di età superiore ai 12 anni, così i talebani possono portarla via”.
Se una giovane donna viene trovata in una casa non identificata, come indicato nelle specifiche dei terroristi, l’ intera famiglia verrà giustiziata. Le donne sposate dai 25 anni in su saranno vendute come schiave del sesso e i loro mariti saranno giustiziati.
La reazione di mariti e padri è stata quella di dare armi alle mogli e alle figlie, con le seguenti raccomandazioni: “Quando arrivano i talebani, puoi scegliere tra ucciderli o suicidarti. Tocca a voi”.
portare avanti il ​​Vangelo
Uno dei partner della FAI, Global Catalytic Ministries (GCM), ha notato che mentre molti si rifugiano sulle colline, ci sono cristiani che hanno deciso di restare e continuare a predicare il Vangelo nonostante i pericoli.
Per questo GCM opera per la ricollocazione di chi ha bisogno di protezione e si pone in un atteggiamento di preghiera costante . “La posizione del GCM è sempre stata e sempre sarà quella di fare tutto il necessario per portare avanti il ​​Vangelo”, ha scritto.
“I nostri fratelli e sorelle in Afghanistan continuano a ispirarci con la loro audacia e determinazione, e nei momenti più bui”, ha continuato. Secondo l’organizzazione, ci sono molti leader che lavorano per la crescita della chiesa in Afghanistan , a seconda delle preghiere in questo momento.
Dopo la ripresa del potere in Afghanistan, i talebani hanno iniziato a dare la caccia ea giustiziare coloro che erano considerati “traditori” del sistema terroristico islamico, inclusi cristiani e giornalisti.
Secondo la rete televisiva cristiana SAT-7, i militanti stanno fermando i mezzi pubblici per indagare sui cellulari dei passeggeri. Se trovano applicazioni della Bibbia, le persone vengono giustiziate sul posto .
Dopo essere saliti al potere, i talebani hanno cambiato il nome del paese in ” Emirato islamico dell’Afghanistan “, provocando la protesta dei cittadini, repressi con la violenza dal gruppo terroristico.
I talebani hanno già chiarito che non ci sarà democrazia e che prevarrà la sharia (legge islamica). Sapendo questo, molti pastori coraggiosamente si sono rivolti al governo per “registrare la loro fede”, sapendo che ora sono a rischio per la loro vita .
“Qualcuno deve fare questo sacrificio affinché le generazioni future possano definirsi apertamente seguaci di Gesù”, hanno risposto i leader afgani.

AcontecerCristiano.Net

Para copiar esta noticia, se requieres mencionar acontecercristiano.Net con el siguiente enlace: https://www.acontecercristiano.net/2021/08/talibanes-ejecutaran-cristianos-de-puerta-en-puerta.html

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook