Un anziano colpisce una moto con l’auto, piange e viene consolato dal motociclista

“Il ragazzo si è alzato ed ha semplicemente abbracciato l’anziano. L’uomo gli ha chiesto scusa ed ha iniziato a piangere”.

Èaccaduto a Manaus, in Brasile.Martedì 24 settembre Fabiano Ladislau, 27 anni, stava andando al lavoro quando ha visto che un automobilista anziano aveva appena urtato contro una moto. Fabiano ha iniziato subito a registrare, e per un motivo molto specifico, come ha reso noto il sito Sempre Família:

“Ho pensato che il motociclista avrebbe litigato con lui. Il ragazzo era ancora a terra e il signore è sceso dalla macchina angosciato, con le mani sulla testa. Mi sono proccupato per quello che avrebbe potuto accadere”.

La scena che ha registrato è stata però molto diversa da quella che aveva visto in altri incidenti di traffico:

“Il ragazzo si è alzato ed ha semplicemente abbracciato l’anziano. L’uomo gli ha chiesto scusa ed ha iniziato a piangere”.

Fabiano ha avuto parole di lode nei confronti del motociclista ed ha condiviso il video con gli amici su WhatsApp. In pochi minuti le immagini sono arrivate al quotidiano locale, sono circolate sulle reti sociali e hanno emozionato migliaia di persone. Alcuni commenti degli internauti sono stati pubblicati sul profilo Instagram del quotidiano Manaus Alerta:

“Pensavo che cose del genere non esistessero più”.

“Ho iniziato a piangere anch’io”.

I protagonisti dell’incidente non hanno diffuso i loro nomi. I gesti, tuttavia, hanno detto tutto ciò che c’era da dire.

Fabiano è sposato, ha tre figlie e un quarto in arrivo, e crede che la scena a cui ha assistito sia fonte di speranza, “soprattutto per chi come me fa il possibile per trasmettere questi valori ai suoi figli. Dobbiamo avere rispetto e amore per tutti”.

“Ho pensato che il motociclista avrebbe litigato con lui. Il ragazzo era ancora a terra e il signore è sceso dalla macchina angosciato, con le mani sulla testa. Mi sono proccupato per quello che avrebbe potuto accadere”.

Sempre Família | it.aleteia.org

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook