Un giovane partecipa alla gara mostrando “Gesù Salva” e sopravvive all’arresto cardiaco!

Un giovane partecipante a una competizione stava correndo quando improvvisamente è caduto a terra a causa di un arresto cardiaco. L’atleta ha affermato che è sopravvissuto grazie a Gesù.

“Prima della gara, il mio nome, Tyler Moon, era originariamente sul numero d’identificazione”, ha detto il giovane a Fox News. “Ma ho pensato che avrei dovuto testimoniare della mia fede e l’ho cambiato in” Gesù salva”, in modo che altri concorrenti o qualcuno del pubblico potesse vederlo … e sapere che Gesù ci salva per l’eternità”.

Il giorno della gara, dice di sentirsi benissimo dopo colazione, pronto a partecipare alla gara con la sua maglietta arancione Wheaties con il suo documento d’identità attaccato ai suoi pantaloncini: “Stava aspettando questa gara da un po’ di tempo, ha detto.

Tyler era pronto per partecipare alla gara e si sentiva sicuro nell’ottenere uno dei primi posti. Era molto felice quando ha visto la sua ragazza, Amy Greene, e la sua famiglia arrivare all’evento.

L’ex giocatore di football ai tempi del college, che non aveva avuto problemi cardiaci, aveva corso per più di 12 chilometri, quando è crollato, rompendosi la testa sul marciapiede.

Da quel momento, il giovane nel cuore di Tyler si fermò e il suo cuore non più ha battuto per 15 minuti.

Fortunatamente, un’infermiera anestesista di Lakeville era proprio dietro di lui e rapidamente aiutò a salvargli la vita, insieme a un altro collega e altri professionisti medici che si presentarono alla gara.

Per coincidenza, l’anestesista si chiamava Jesús Bueno “Jesse”, che aiutò a mantenere in vita Tyler fino a quando non poterono portarlo in ospedale.

“Grazie a tutti quelli che mi hanno aiutato e grazie a tutti i corridori che si sono fermati e mi hanno salvato la vita”, ha detto. “Penso che Dio abbia messo tutte queste persone al momento giusto e nel posto giusto per la sua gloria”, ha detto il giovane atleta.

“Quando inizialmente ho messo “Gesù Salva”,”mi aspettavo che aiutasse le persone in gara a Minneapolis”, ha detto Tyler. “Non avevo idea di quanto lontano sarebbe andato e di come avrebbe avuto un impatto sul mondo. Questo è qualcosa che non mi sarei mai aspettato, ma i piani di Dio sono molto più grandi di quanto qualsiasi persona possa immaginare”.

Ora incoraggia tutti ad aiutare gli altri com’è stato aiutato per me, “solo per servire l’un l’altro”.

Notiziecristiane.com

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook