*VAI AVANTI PASTORE*

00Cammini lentamente verso il pulpito, ti aggiusti gli abiti che indossi. Pensi al messaggio e fai una preghiera silenziosa.

Sai che le pecore hanno sete e sono in attesa di essere raggiunti dalla Parola di Dio attraverso la tua vita.

Nessuno sa se stai bene o stai male.
Se sei felice o triste.

Le tue preoccupazioni devono essere superate, i tuoi dolori sono spesso nascosti e il tuo viso deve portare un sorriso.

I tuoi problemi, i tuoi bisogni, le tue difficoltà quotidiane, la tua fragilità non rientra nel messaggio.

A volte porti persino le ferite degli ultimi anni, mesi, giorni, ore, ma nessuno lo sa.

E l’inferno ti sta venendo contro, perché vuole fermarti.

Quante volte vai al culto, dopo aver pianto tutta la notte, senza che nessuno se ne sia accorto.

*VAI AVANTI PASTORE*

Dio che ti ha dato un messaggio per questa generazione.

Parla di perdono, anche quando molti ti offendono.

Parla di guargione anche quando tu stesso porti del dolore nel tuo corpo.

Consola le anime, anche quando tu stesso hai bisogno di consolazione.
Restaura famiglie, nel frattempo piangi per la tua.

Parla della fiducia in Dio e di ascoltarlo, anche se Egli rimane in silenzio con te.

Sinceramente la vittoria del Pastore non è nel suo successo :

Quante volte il pastore dice “abbiate pace nel Signore”, ma nella sua preghiera spesso dice: “Dio aiutami”.

Questi sono i pesi del pastore.

*VAI AVANTI PASTORE*

perché ci sono molte persone che hanno bisogno di sentire la voce di Dio attraverso di te !

A Dio sia la gloria per ogni pastore chiamato da Dio che porta avanti con coraggio il ministerio che gli è stato affidato da Dio!

Davide Ravasio

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook