Vivi davvero il cristianesimo?

Ma cosa significa, davvero, vivere il cristianesimo?

Intanto è utile sottolineare che il vero cristianesimo ha un inizio che non viene stabilito “a priori”, ma consiste in una scelta volontaria e risoluta di incontrare Dio, il Quale sempre si lascia trovare da chi lo cerca con cuore sincero. Quindi, l’incontro con Dio è lo “start” indispensabile per una vera vita cristiana. Senza questo non è possibile parlare di “cristianesimo”, ma piuttosto di “formalismo religioso”, perché il cristianesimo non si fonda su principi dogmatici, bensì su una esperienza diretta: l’incontro con Dio.

L’incontro con Dio è quel momento nel quale lo Spirito Santo ci porta a considerare chi siamo davvero. In quel glorioso momento crollano tutte le nostre barriere, cedono tutte le nostre scuse e per la prima volta ci troviamo di fronte alla realtà: riconosciamo di essere separati da Dio a causa della nostra condotta. Davanti alla giustizia perfetta di Dio non potremmo mai resistere, ma Dio stesso, per l’amore che prova proprio per te, ha creato una soluzione: Gesù Cristo. Lui, sebbene non avesse mai peccato, ha scelto di pagare il prezzo dei tuoi errori, affinché tu potessi essere riconciliato con Dio. Nel momento in cui un uomo, consapevole dei suoi errori, riconosce il sacrificio di Gesù e lo accetta come Personale Salvatore, scopre la meravigliosa Grazia ed l’inspiegabile perdono di Dio. Questo è “l’incontro con Dio”, questo è l’inizio del cristianesimo.

Caro amico, non sono soltanto parole: chi scrive (ed altre milioni di persone) possono assicurarti che non esiste esperienza più gloriosa ed indimenticabile dell’incontro con Dio.

Accettare Gesù nella propria vita come personale Signore e Salvatore sancisce il primo passo di un lungo cammino, che dura tutta la vita, nel quale fianco a fianco con Dio, si cresce alla scoperta di quella che è la Sua Volontà per l’uomo nella famiglia, nella chiesa e nella società.

Attraverso la lettura della Bibbia, Dio parla direttamente con il credente, il quale giorno dopo giorno realizza sempre di più la sorprendente Persona di Dio. Non più un cristianesimo vuoto o “fai-da-te”, ma una relazione reale con il proprio Creatore che manifesta chiaramente la sua presenza ed il suo aiuto nella vita di coloro che lo hanno accettato.

Caro amico/a, se il tuo cristianesimo è vuoto, ripetitivo, formale e “noioso” sappi che non è cristianesimo.

Dio è pronto a mostrarti la realtà del suo amore: disponi il tuo cuore a cercarlo sinceramente. Se vuoi saperne di più, non esitare a

http://notizie.com

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook