Alzati e mangia

La vita dei credenti è una vita particolare, alcune volte ci sentiamo di toccare il cielo con un dito altre volte non sentiamo la forza per fare le cose normali della vita.

Elia s’inoltrò nel deserto una giornata di cammino, andò a mettersi seduto sotto una ginestra ed espresse il desiderio di morire, dicendo: «Basta! Prendi la mia anima, o Signore, poiché io non valgo più dei miei padri!» Poi si coricò e si addormentò sotto la ginestra. Allora un angelo lo toccò e gli disse: «Àlzati e mangia».
(1 Re 19: 4-5)

MOMENTI DIFFICILI

Anche la vita di Elia non fu risparmiata da momenti difficili, pur essendo un uomo di Dio la cui fede e potenza spirituale è descritta in episodi biblici dove quest’uomo vide la gloria di Dio manifestata in un modo glorioso, in questo momento della sua esistenza conobbe la dura realtà della sconfitta.

Elia s’innoltró nel deserto ed espresse il desiderio di morire, ma sia ringraziato Dio per quando nella Sua sapienza NON risponde alle nostre preghiere.

Dio aveva un futuro per Elia e Dio ha un futuro per te anche se oggi non vedi più un futuro.

ELIA SI ADDORMENTA

Poi si coricò e si addormentò sotto la ginestra. Allora un angelo lo toccò e gli disse: «Alzati e mangia».

La stanchezza era molta nell’anima di Elia che si addormenta sotto una ginestra.

La stanchezza interiore alcune volte è peggio di quella fisica, ma sia ringraziato Dio che non lascia la nostra vita dell’angoscia ma provvede del cibo spirituale per noi per mezzo della Sua presenza e della Sua Parola.

Elia il tuo cammino è ancora lungo, ci sono cose che devi ancore fare, benedizioni che devi ancora ricevere e vittorie che devi ancora ottenere, la tua vita non è finita mangia della Sua Parola e abbeverati nella Sua presenza ricevendo la forza di cui hai bisogno.

Allora ricevi forza da questa parola: alzati e mangia. Dio ha fatto un patto con te e manterrà fede alla Sua parola non ti lascerá e non ti abbandonerà.

Davide Ravasio | Notiziecristiane.com