Ricordati di Gesù Cristo

«Ricordati di Gesù Cristo, risorto dai morti, della stirpe di Davide, secondo il mio vangelo,» ‭‭Seconda lettera a Timoteo‬ ‭2:8‬

Queste è una delle affermazioni più incredibili nella parola di Dio, l’apostolo Paolo che esorta il pastore Timoteo a ricordarsi di Gesù Cristo.

Vi è un pericolo oggettivo nel nostro percorso di fede che è quello di fare vivere la nostra vita senza fissare lo sguardo senza Gesù.

Perdere di vista Gesù nella religione.

Perdere di vista Gesu nel servizio.

Perdere di vista Gesù nel nostro quotidiano.

Anche oggi possiamo correre il rischio di vivere un Vangelo senza Gesù, è una fede che lo escluda dai nostri programmi!

Filippo Wiles: mi trovavo a Torino, ospite presso una famiglia; una sera stavo pregando per un particolare bisogno, quando vidi una strada che si allargava all’infinito. Era bianca, non luminosa, anzi, opaca. Su essa correva un certo numero di persone; ognuna delle quali era distinta e indipendente dalle altre. Sapevo che ciascuno di esse rappresentava la propria realtà e, intenta a raggiungere una meta (quale non so), correva affannosamente con le giacche che volavano al vento. All’improvviso al lato della strada, nella penombra, vidi Gesù in piedi che osservava tutto lo scenario. Egli scuoteva il capo con meraviglia, esclamando allo stesso tempo: NON MI VEDONO! DOVE STANNO ANDANDO?

Anche oggi i cristiani possono correre questo rischio, di vivere una spiritualità senza Cristo, e l’evidenza di tutto questo lo possiamo vedere in alcune espressioni del nostre riunioni: canti senza Gesù che esaltano l’uomo più che la gloria di Dio e predicazioni che non danno enfasi all’opera del Cristo. A tale proposito vorrei citare un affermazione di Chalrles Spurgheon: “niente Cristo nel tuo sermone? Allora vai a casa, e non predicare più fino a che tu non abbia qualcosa di valore da predicare”

Solo quando il nostro cuore è ripieno di Gesù Cristo possiamo avere la certezza che tutto quello che faremo sarà ricolmo della sua gloriosa presenza.

Questo messaggio vuole aiutarci a non perdere di vista l’opera di Gesù Cristo, perché una vita senza la giusta consapevolezza di ciò che lui ha reso possibile non è una vita degna di essere vissuta.

A Dio sia la gloria

Davide Ravasio | Notiziecristiane.com

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook per restare informato...