Ragazza Zigana: storia di vite trasformate

Pace a tutti sono una ragazza di Reggio Emilia, volevo raccontarvi in breve come o conosciuto il mio Signore e Salvatore. Ero una semplice ragazza sono cresciuta in una famiglia cattolica  e come tale ho fatto regolarmente la cresima, il catechismo, la comunione pregavo padre Pio perché pensavo che mi potesse ascoltare; ho sempre conosciuto un Gesù sulla croce e per me era lì che doveva rimanere.

 

Soffrivo di ansia e più volte o cercato di togliermi la vita perché stanca di vivere pur avendo solo 15/16anni. Andando avanti così, all’età di 17anni si era convertito mio fratello, lui mi parlava di GESÙ vivente  ma non faceva per me. Poi, all’età di 18 anni era venuta a mancare una persona a me cara era un familiare di casa mia è da lì l’angoscia a preso il sopravvento sulla mia vita.

 

Un giorno sopraffatta dalla tristazza andai a casa di mio fratello e lui mi comincio per l’ennesima volta a parlare di Gesù ed io li ascoltai e mi disse una cosa che a toccato il mio cuore, mi disse: “Se tu accetti Gesù non hai niente da perdere ma tutto da guadagnare”. Ascoltai ciò che mi diceva e decisi di andare a queste riunioni come le chiamava lui.  Quando andai , sentii la predica era venuta a conoscenza della verità che Gesù era morto per i miei peccati ed era risorto per la mia salvezza… Dio mi liberò all’istante dalla tristezza, dall’oppresione, dall’idolatria e mi sentii peccatrice e bisognosa della grazia di Gesù!

 

Lui cambiò i miei pensieri e la mia veduta della vita! Oggi vi consiglio di cercare anche voi la pace e la gioia eterna; e per chi non ha accettato il Signore come personale Salvatore vi ripeto quella frase che  dissero a me allora e che ora dico a voi: “Se accettate Gesù non avete niente da perdere ma tutto da guadagnare “Dio vi benedica

 

Iovanka

 

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook