C’é anche un tempo per uscire dal provincialismo?

Oggigiorno è diventato un fenomeno diffuso: credenti inscatolati e dentro recinti che non vedono al di là del proprio naso pensando che i fratelli sono soltanto coloro che frequentano la loro stessa comunità e che l’amore è dovuto soltanto a quelli che piacciono o sono più vicini al loro punto di vista e alle alle loro scelte.

La Bibbia non dice questo, anzi, condanna questo comportamento e definisce coloro che restringono la loro visione biblica e il loro modo di amare selettivo settari.

Ricordiamoci che il Signore ci comanda di amare soprattutto i nostri nemici, che l’amore tra noi credenti deve essere intenso e senza finzione.

Leggiamo la Parola, cerchiamo di metterla in pratica e soprattutto preghiamo affinché i nostri cuori vengano ammorbiditi dalla presenza di Dio per così poter amare come comanda il Signore stesso nel secondo e Gran Comandamento.

Quindi: scoperchiamo le scatole, rompiamole e usciamo fuori, abbattiamo i recinti e riconosciamo fratelli tutti coloro che come noi, hanno accettato Gesù come personale salvatore e si studiano di fare la Sua Volontà.

1°Pietro 2:17 Onorate tutti, amate la fratellanza, temete Iddio, rendete onore al re.

Luca 6:32 E se amate coloro che vi amano, che grazia ne avrete? poichè i peccatori ancora amano coloro che li amano.

Luca 6:35 Ma voi, amate i vostri nemici, e fate bene, e prestate, non isperandone nulla; e il vostro premio sarà grande, e sarete i figliuoli dell’Altissimo; poichè egli è benigno inverso gl’ingrati, e malvagi.

1°Giov. 4:8 Chi non ama non ha conosciuto Iddio; poichè Iddio è amore.

Giuseppe Puccio

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un "Mi Piace" qui sotto nella nostra pagina Facebook